Servizio di formazione all'autonomia (SFA) per disabili

Versione stampabileVersione PDF

Il Servizio di formazione all'autonomia per disabili si pone l'obiettivo di realizzare un processo formativo guidato, che coinvolge la persona nella sua globalità, attraverso l'acquisizione di abilità utili ad una vita il più possibile autonoma.
Accanto al modulo tradizionale del servizio "SFA" (formazione, consolidamento e monitoraggio) il territorio cremonese ha avviato una sperimentazione chiamata “SFA –DOTE".

SFA
Il servizio è diurno (dalle 9,00 alle 16,00 circa, dal lunedì al venerdì) e funziona per 11 mesi all'anno (chiusura nel mese di agosto e nelle festività infrasettimanali e natalizie).
Gli interventi educativi si svolgono prevalentemente nella sede dell'agenzia che eroga il servizio.

SFA - Dote:
E' un servizio sperimentale che si affianca al più "classico" Servizio di Formazione all'Autonomia e si caratterizza per l’attivazionedi progetti individualizzati, che hanno come obiettivo l'inclusione sociale della persona.
I progetti sono rivolti principalmente all'acquisizione di quei prerequisiti di autonomia utili all'inserimento lavorativo. Ogni progetto è costruito in accordo con i servizi che si occupano dell'inserimento professionale.
La sede è variabile ma nella maggior parte dei casi si parte dal domicilio dell'utente per individuare successivamente una sede esterna più adatta.

Entrambi i servizi sono erogati, tramite convenzione con il Comune, dalle seguenti agenzie sul territorio cremonese:

  • Coop. Soc. a r.l. LAE - Via Gioconda, 5 - Cremona
  • Coop. Soc. Agropolis ONLUS - Via Marasco, Cavatigozzi - Cremona
  • ANFFAS - Associazione Paolo Morbi ONLUS - Via Gioconda, 5 – Cremona
  • Eco-Company – Società Cooperativa Sociale - Via dei Pennelli - Cremona
  • Società Dolce Società Cooperativa Sociale – Bologna (sede Cremona)

e sull’ambito del distretto cremonese:

  • Il Seme Società Cooperativa Sociale – Castelleone (CR)

Destinatari del servizio: 

- Età minima 16 anni
- Frequenza in atto degli ultimi anni della scuola superiore o professionale
- Frequenza a termine o conclusa del percorso scolastico
- Possesso di una certificazione di handicap ai fini dell'integrazione scolastica o di una certificazione di disabilità
- possesso di minime autonomie che possano essere potenziate per favorire l'accesso autonomo in contesti occupazionali o socializzanti/ricreativi
- presenza di un quadro di compromissione cognitiva medio-lieve
- assenza di problematiche psichiatriche evidenti o tali da inficiare l'autonomia in contesti poco protetti
- presenza di potenzialità nelle aree della relazione interpersonale, delle autonomie, delle competenze operatorie.
 

Quando richiedere il servizio: 

La richiesta può essere presentata in qualsiasi momento dell'anno, sulla base della condizione di bisogno.

 

Come accedere al servizio: 

La richiesta di attivazione del servizio deve essere formulata dallo stesso beneficiario o da un familiare e presentata al POIS.

Il POIS fissa un colloquio con gli operatori “dell'equipe di consulenza” che incontrano la famiglia e, se necessario, attivano un percorso in collaborazione con la famiglia stessa.

Da allegare alla domanda:
- documentazione rilasciata dall' A.S.L. (ai sensi della L. 104/92) - in busta chiusa
- dichiarazione della condizione di disabilità rilasciata dagli organi competenti - in busta chiusa
- documento di dimissione dall'ultima struttura educativa e/o scolastica frequentata
- documentazione sanitaria - in busta chiusa

 

Costo del servizio: 

Il servizio è gratuito, non si esclude tuttavia la possibilità di poter richiedere alla famiglia una compartecipazione alle spese sulla base dell'attestazione ISEE.