Centri Diurni Integrati (CDI)

Versione stampabileVersione PDF

I Centri Diurni Integrati (CDI) costituiscono un servizio di assistenza a carattere integrativo e di sostegno alla vita domestica e di relazione, esplica funzioni di prevenzione nei confronti di anziani autosufficienti e di mantenimento delle abilità residue in anziani non o parzialmente autosufficienti.

I 4 Centri Diurni Integrati sono differenziati per tipologie di utenza:
- CDI - Via Brescia 207 per persone a rischio sanitario
- CDI/Alzheimer - Via Brescia 207 per persone affette da demenza grave con disturbi del comportamento
- CDI/Ozanam - Via Milazzo 31 per persone affette da demenze lievi in assenza di disturbi comportamentali
- CDI Barbieri - Via XI Febbraio 60 per persone a rischio di emarginazione e/o di perdita di autonomia
I Centri Diurni sono aperti per dodici mesi all'anno dal lunedì al venerdì dalle ore 8,18 alle ore 17. Il CDI Barbieri è aperto anche al sabato.

Nei CDI vengono garantite attività assistenziali di base finalizzate a soddisfare i bisogni fisiologici dell'ospite nel rispetto dell'autonomia residua e attività infermieristiche (somministrazione di terapie, medicazioni, ecc).

Vengono svolte inoltre attività motorie e di animazione con la finalità di mantenere e recuperare l'autosufficienza nella vita quotidiana e le capacità cognitive residue.

Al momento dell'ammissione al servizio viene programmata la frequenza che può essere per tutta la settimana o solo per alcuni giorni.

Sono inoltre assicurati i pasti (colazione, pranzo e merenda) e il trasporto per i residenti in Cremona dal domicilio e viceversa.

I Centri Diurni Integrati sono gestiti dall'Azienda Speciale Cremona Solidale.

Destinatari del servizio: 

Il servizio è rivolto prevalentemente a ultrasessantenni residenti nel Comune di Cremona.

Quando richiedere il servizio: 

In qualsiasi momento dell'anno in presenza di una condizione di bisogno.

Come accedere al servizio: 

Per i residenti nel comune di Cremona la richiesta di attivazione del servizio va presentata al POIS che provvede a fissare un colloquio con un'assistente sociale la quale effettua la valutazione e formula il progetto individualizzato.
Per i non residenti nel comune di Cremona la domanda deve essere inviata direttamente all'Azienda Cremona Solidale scaricando il modulo dal sito aziendale (vedi sezione approfondimenti di questa scheda) oppure richiedendone copia cartacea all'Ufficio Accettazione aziendale.

Documenti necessari per inoltrare la domanda:
- attestazione ISEE (compilata gratuitamente dai CAF - vedi sezione approfondimenti di questa scheda)
- impegnativa del medico di base (MMG - medico di medicina generale) compilata gratuitamente
- CIRS compilata dal medico di medicina generale gratuitamente
- documentazione sanitaria recente con specifica attenzione a: riconoscimento invalidità, esiti di recenti ricoveri, visite specialistiche ecc. prodotta dal richeidente o dai suoi familiari in fotocopia
- UCLA solo nel caso di rilevanti problematiche cognitive del richiedente compilata da un medico specilista oppure richiesta al medico dei CDI (telefonare alla reception dell'Azienda Cremona Solidale - vedi sezione approfondimenti di questa scheda)
- BARTHEL compilata dall'assistente sociale durante il colloquio/visita domiciliare.

Costo del servizio: 

Il servizio prevede il pagamento di una retta giornaliera determinata in base all'ISEE del nucleo familiare da un minimo di € 5,25 ad un massimo di € 29,42.