Pubblicizzare mediante striscioni, stendardi, teli pittorici e altri mezzi pubblicitari provvisori - senza occupazione di suolo pubblico

Versione stampabileVersione PDF

Lo striscione e lo stendardo sono elementi realizzati in materiale di qualsiasi natura, non hanno rigidezza né superficie di appoggio e sono esclusivamente finalizzati alla promozione di messaggi pubblicitari.

Il telo pittorico è un impianto pubblicitario. È un manufatto bidimensionale costituito da materiali di qualsiasi natura, privo di rigidezza, senza superficie d'appoggio e sostenuto da una struttura rigida vincolata a ponteggi di cantiere privati (o a facciate cieche di costruzioni), per l’esposizione di messaggi pubblicitari.

Il cartello di compravendita e affittanza è un elemento bidimensionale, realizzato con materiali di qualsiasi natura, supportato da idonea struttura di sostegno o vincolato a ponteggi, impalcature, recinzioni di cantieri o stabili e serve per reclamizzare la compravendita o l’affitto di immobili.
ATTENZIONE: Per i cartelli di vendita/affitto apposti sull'immobile in vendita/affitto la misura massima consentita del cartello è il formato A4. Infatti per questo formato non è previsto il pagamento del C.U.P. (Canone Unico Patrimoniale): l'apposizione è gratuita.
Se la misura del cartello è superiore si deve chiedere l'autorizzazione ed è previsto il pagamento del C.U.P..
Sul cartello è necessaria l'indicazione della certificazione energetica dell'immobile in vendita o in affitto.

Per esporre striscioni, stendardi pubblicitari e gli altri mezzi pubblicitari è necessario ottenere apposita autorizzazione. L’autorizzazione rilasciata stabilisce la validità dell’installazione.

L'installazione di mezzi pubblicitari provvisori prevede il pagamento del Canone Unico Patrimoniale (C.U.P. - ex I.C.P.).

Costo del servizio: 

Salvo esenzioni, la concessione è soggetta al pagamento del Canone Unico Patrimoniale (C.U.P.) di occupazione suolo pubblico da effettuare prima del ritiro della concessione.

Il bollettino per il pagamento (che comprende anche il costo del procedimento) viene spedito via e-mail o PEC dal Raggruppamento Temporaneo di Imprese I.C.A. s.r.l./Abaco S.p.A. - concessionario del servizio.
Per ritirare l'autorizzazione serve dimostrare di avere effettuato il pagamento. 

Costo del procedimento: 

€ 32,00 per due marche da bollo virtuali (istanza e autorizzazione).

Non è necessario acquistare le marche da bollo perché saranno addebitate nel bollettino che arriva via mail o PEC.