ICP 2019: pubblicità temporanea

Versione stampabileVersione PDF

Sono considerate pubblicità temporanee tutte le forme di pubblicizzazione di iniziative (manifestazioni, spettacoli, ecc.) o di segnalazione di strutture (negozi, esercizi pubblici, ecc.) che vengono realizzate temporaneamente; in particolare:

- affissione di locandine;
- cartelli pubblicitari presso negozi o esercizi pubblici;
- cartelli vari;
- installazione di striscioni.

La pubblicità di carattere temporaneo può avere una durata massima di 12 mesi.

Per poter effettuare pubblicità temporanea è necessario versare l'imposta sulla pubblicità.
 

ATTENZIONE
- Dal 1 gennaio 2009 è vietata la pubblicità svolta a mezzo volantinaggio sulle vie e piazze pubbliche come, ad esempio, la pubblicità mediante lancio di volantini od oggetti da velivoli o veicoli e la pubblicità commerciale svolta a mezzo volantinaggio come la consegna a mano o l'inserimento sotto i tergicristallo delle auto.
- Dal 1 gennaio 2010 è inoltre vietata l'affissione di stendardi e qualsiasi altra forma di pubblicità nelle seguenti vie e piazze:
Piazza del Comune (compreso Cortile Federico II), via Baldesio, via Lombardini e via Gonfalonieri.

Quando richiedere il servizio: 

Per il 2019 la scadenza di pagamento è il 31 marzo 2019.
La concessionaria ICA Srl invia direttamente a tutti gli utenti iscritti a ruolo i bollettini postali di versamento precompilati.

Come accedere al servizio: 

LOCANDINE
E' sufficiente presentare alla Concessionaria ICA la richiesta di esposizione pubblicitaria utilizzando l'apposito modulo disponibile presso la Concessionaria stessa o sul sito www.icatributi.it nella sezione "Servizi on-line".
Dopo la presentazione della richiesta e il pagamento della tariffa, se dovuta, la Concessionaria timbra le locandine da esporre.
Il timbro riporta la scadenza dell'imposta (e quindi del periodo di espozione della locandina) . Il timbro è obbligatorio anche quando la forma pubblicitaria è esente dal pagamento.
Quando: la richiesta va presentata prima di esporre la pubblicità.

ALTRE FORME DI PUBBLICITA' TEMPORANEA
Per tutte le altre forme di pubblicità temporanea (striscioni, stendardi, cartelli temporanei, teli e pannelli pittorici a protezione di ponteggi, pannelli autoreggenti porta-manifesti, altre forme di pubblicità temporanea) è necessario:
1) chiedere l'autorizzazione per l'installazione di mezzi pubblicitari all'Ufficio Qualità urbana del Comune di Cremona, almeno 30 giorni prima della data di installazione (vedi la scheda informativa nella sezione "Ti potrebbe interessare anche" di questa scheda).
Se il mezzo pubblicitario occupa suolo pubblico (ossia, che appoggia al suolo come ad es. i pannelli autoreggenti porta-manifesti), l'ufficio, fatte le opportune verifiche, comunicherà l'ammontare del canone di occupazione (COSAP), se dovuto (vedi la scheda informativa nella sezione "Ti potrebbe interessare anche" di questa scheda);
2) rivolgersi alla Concessionaria ICA per compilare la dichiarazione di esposizione pubblicitaria e pagare l'ICP, se dovuta, presentando l'autorizzazione rilasciata dal Comune. Il modulo prestampato della dichiarazione di esposizione pubblicitaria è in distribuzione presso l'ICA stessa.

Costo del servizio: 

TARIFFE
Le tariffe variano in base al numero dei fogli e dei giorni di affissione.
Consulta il tariffario nella sezione "Delibere e determine" di questa scheda.

RIDUZIONI
La tariffa dell'imposta di pubblicità temporanea è ridotta alla metà:
- per la pubblicità realizzata da chiunque, relativa a manifestazioni, con il patrocinio o la partecipazione degli enti territoriali (Comune, Provincia, Regione), senza sponsor commerciali e/o collaborazione di privati;
- per la pubblicità relativa a festeggiamenti patriottici, religiosi, a spettacoli viaggianti e di beneficenza, quando non rientrano già nelle esenzioni (No profit, Onlus).

ESENZIONI
E' prevista l'esenzione per l'imposta comunale temporanea:
- per le associazioni No profit e le Onlus, senza sponsor commerciali e/o collaborazione di privati;
- per la pubblicità del prodotto venduto o del servizio riferita all'attività svolta, realizzata all'interno dei locali, di superficie non superiore al mezzo mq. per ciascuna vetrina o ingresso;
- per gli avvisi al pubblico relativi all'attività svolta, esposti nelle vetrine o sulle porte di ingresso dei locali, non superiori alla superficie di mezzo mq.;
- per i cartelli di vendita/affitto di immobili che abbiano come misura massima il formato di un foglio A4 (cm. 29,7 x 21). I cartelli devono essere apposti direttamente sull'immobile e riportare anche l'indicazione della certificazione energetica. Se la misura del cartello è superiore si deve chiedere l'autorizzazione ed è previsto il pagamento dell'imposta (per ulteriori informazioni vedi la scheda informativa "Installazione di mezzi pubblicitari provvisori");
- la pubblicità comunque effettuata dallo Stato e dagli Enti pubblici territoriali e delle attività istituzionali svolte dal Comune, anche in collaborazione con altre associazioni a prescindere dalla tipologia del messaggio.

MODALITA' DI PAGAMENTO
Il pagamento dell'ICP può essere effettuato:
1) per versamenti spontanei:
- con versamento su c/c postale n. 1039296445 intestato a Comune di Cremona - Imposta pubblicità e diritti pubb. affiss.ni Serv. Tes. 
-  presso gli uffici RTI ICA-ABACO di via Geromini, 7 - piano terra - esclusivamente con Bancomat o carta di credito;
2) per versamenti non spontanei:
- con versamento su c/c postale n. 69750362 intestato a ICA srl - Concessionaria Comune di Cremona, viale Trento e Trieste, 16 - Cremona
- presso gli uffici RTI ICA-ABACO di via Geromini, 7 - piano terra - in contanti.