ICP: diritti sulle pubbliche affissioni - affissione manifesti

Versione stampabileVersione PDF

Il servizio delle pubbliche affissioni garantisce l'affissione di manifesti sulle strutture del Comune, fino ad esaurimento degli spazi disponibili. Sul servizio si pagano i diritti di affissione.
Vengono riservati spazi per manifesti istituzionali, sociali o comunque non a rilevanza economica.

Per il pagamento del diritto, i manifesti vengono suddivisi a fogli, in base al loro formato.
Formato base: cm 70 x 100 = 1 foglio.
Multipli e sottomultipli: per esempio cm 100 x 140 = 2 fogli; cm 140 x 200 = 4 fogli; poster = 24 fogli.

Si consiglia di contattare la Concessionaria ICA Srl per conoscere la disponibilità degli spazi.

ATTENZIONE
Se la richiesta di pubblica affissione avviene per organizzare eventi  all'aperto su suolo pubblico, bisogna utilizzare il modulo unificato per svolgimento di manifestazioni temporanee in luogo aperto.
L'imposta ICP può essere ridotta o non applicata (gratuita) nel caso in cui la Giunta Comunale esprima parere favorevole alla collaborazione. Forme di esenzione o riduzione dell'imposta sono previste anche dal "Regolamento applicazione imposta comunale pubblicità e servizio pubbliche affissioni".
Nel caso in cui sia concessa la collaborazione con l'esenzione dal pagamento dell'Imposta è necessario rivolgersi ad ICA Srl per la timbratura gratuita delle locandine e/o manifesti portando la concessione della collaborazione del Comune di Cremona rilasciata dal Settore Cultura, Musei e City Branding e le locandine e/o manifesti da timbrare.

Come accedere al servizio: 

E' necessario presentare la richiesta alla Concessionaria ICA, su apposito modulo prestampato disponibile presso la Concessionaria stessa, con largo anticipo rispetto alla data di affissione dei manifesti.

Sulla richiesta si indicano:
- dati anagrafici del richiedente o del delegato;
- ragione sociale della ditta/associazione/ente per conto della quale/del quale si inoltra la richiesta;
- data di inizio dell'affissione;
- numero, formato e titolo dei manifesti;
- durata dell'affissione.

Alla domanda deve essere allegata la ricevuta del versamento dei diritti di affissione, il cui importo è comunicato, anche telefonicamente, da ICA Srl .

La richiesta può essere consegnata allo sportello dell'ICA srl o inviata alla Concessionaria via fax, posta o e-mail.

I manifesti stampati devono essere consegnati o spediti per l'affissione alla Concessionaria ICA Srl almeno qualche giorno prima della data d'uscita stabilita.

Costo del servizio: 

TARIFFE
Le tariffe variano in base al numero dei fogli e dei giorni di affissione.
Inoltre il territorio comunale è suddiviso in due categorie; alle vie che appartengono alla categoria speciale è applicata una maggiorazione del 145% della tariffa normale dell'ICP.
L'elenco delle vie è nel "Regolamento per l'applicazione dell'imposta comunale sulla pubblicità e per l'effettuazione del servizio delle pubbliche affissioni".
Consulta il tariffario nella sezione "Delibere e determine" di questa scheda.

MAGGIORAZIONI
- categoria speciale;
- affissione inferiore ai 50 fogli: maggiorazione del 50% sul diritto base;
- manifesti costituiti da 8 a 12 fogli: maggiorazione del 50% sul diritto base;
- manifesti costituiti da più di 12 fogli: maggiorazione del 100% sul diritto base;
- prefissata: maggiorazione del 100% della categoria base, in base alla scelta della via destinata alle pubbliche affissioni;
- diritti d'urgenza (D.Lgs. 507/1993, art. 22.9): maggiorazione del 10% sulla tariffa base, con un minimo di € 30,99, per le affissioni richieste per il giorno stesso in cui è stato consegnato il materiale da affiggere o entro due giorni successivi;
- aumento stagionale pari al 50% della tariffa base, applicato solo nei mesi di maggio, giugno, settembre, ottobre (Regolamento comunale ICP e dpa, art. 3).

RIDUZIONI
La tariffa per il servizio delle pubbliche affissioni è ridotta alla metà per:
- i manifesti che riguardano in via esclusiva lo Stato e gli enti pubblici territoriali;
- i manifesti di comitati, associazioni, fondazioni ed ogni altro ente senza scopo di lucro;
- i manifesti realizzati da chiunque relativi ad attività politiche, sindacali e di categoria, culturali, sportive, filantropiche e religiose con il patrocinio o la partecipazione degli enti pubblici territoriali;
- i manifesti relativi a festeggiamenti patriottici, religiosi, a spettacoli viaggianti e di beneficenza;
- gli annunci mortuari;
- le affissioni richieste da associazioni no profit e Onlus senza sponsor commerciali.

ESENZIONI
Sono esenti dal diritto sulle pubbliche affissioni:
- i manifesti relativi alle attività istituzionali del Comune di Cremona svolte in via esclusiva;
- i manifesti delle autorità militari relativi alle iscrizioni nelle liste di leva;
- i manifesti dello Stato, delle Regioni e delle Provincie in materia di tributi;
- i manifesti delle autorità di polizia per la pubblica sicurezza;
- i manifesti relativi ad adempimenti di legge per referendum, elezioni politiche, il Parlamento Europeo, regionali, amministrative;
- ogni altro manifesto obbligatorio per legge;
- i manifesti relativi a corsi scolastici e professionali gratuiti regolarmente autorizzati.

MODALITA' DI PAGAMENTO
Il pagamento dei diritti di affissione può essere effettuato:
1) per versamenti spontanei:
- con versamento su c/c postale n. 1039296445 intestato a Comune di Cremona - Imposta pubblicità e diritti pubb. affiss.ni Serv. Tes. 
-  presso gli uffici RTI ICA-ABACO di via Geromini, 7 - piano terra - esclusivamente con Bancomat o carta di credito;
2) per versamenti non spontanei:
- con versamento su c/c postale n. 69750362 intestato a ICA srl - Concessionaria Comune di Cremona, viale Trento e Trieste, 16 - Cremona
- presso gli uffici RTI ICA-ABACO di via Geromini, 7 - piano terra - in contanti.