Abbattimento / Manutenzione alberi su suolo privato

Versione stampabileVersione PDF
ATTENZIONE
Per i platani è necessario presentare comunicazione alla Regione Lombardia-Ersaf (Ente Regionale per i servizi all'Agricoltura e alle Foreste) .
Per la relativa normativa e modulistica vedi il sito della Regione Lombardia - scheda informativa Cancro colorato del Platano.
Successivamente deve essere presentata la richiesta di autorizzazione all'abbattimento o potatura in Comune, seguendo la procedura indicata in questa scheda.

Il cittadino che intende abbattere / manutenere uno o più alberi su suolo privato deve preventivamente segnalare l'intervento.

Gli abbattimenti di esemplari arborei sono consentiti solo per comprovate ragioni di sicurezza, di incolumità, di riqualificazione ambientale necessaria a causa di alberi ammalati e compromessi, per osservanza a normativa privatistica, a condizione che sia assicurata la piantumazione nel medesimo luogo o in prossimità di essi e a certe condizioni.
Nel caso in cui l'ufficio comunale competente accerti  che le motivazioni addotte per l'abbattimento non rientrino tra quelle contenute nell'art. 103 del Regolamento edilizio per la qualità paesaggistica, la sostenibilità ambientale e l'efficienza energetica sarà richiesto parere dell'Esperto Ambientale espresso in sede di Commissione Edilizia.
Una volta eseguita la ripiantumazione dovrà essere data comunicazione scritta ai competenti uffici allegando la documentazione fotografica della nuova essenza.

Nel caso in cui il privato intenda abbattere alberature e si trovi nell'impossibilità oggettiva, con particolare riferimento allo stato dei luoghi, di provvedere a nuova piantumazione, è tenuto a monetizzare la somma stabilita per ogni essenza abbattuta e non sostituita attraverso bonifico bancario a favore della Tesoreria Comunale (vedi la scheda informativa nella sezione "Ti potrebbe interessare anche" di questa scheda). La somma è stabilita dagli uffici competenti ed approvata con delibera di Giunta Comunale (vedi sezione "Delibere e determine" di questa scheda).

Queste procedure per l'abbattimento valgono per tutte le piante, tranne quelle da frutto.

Sono previste sanzioni per violazioni alle norme del Regolamento edilzio per gli interventi sul patrimonio arboreo privato.
Entro il termine di 30 giorni dalla contestazione o notifica degli estremi dell'infrazione contestata, il trasgressore o l'obbligato in solido può proporre ricorso al Comando di Polizia Municipale. Il ricorso, redatto in carta semplice, deve essere recapitato mediante deposito presso l'Ufficio Protocollo del Comune di Cremona, ovvero direttamente al Comando di Polizia Municipale o con spedizione tramite servizio postale.

Quando richiedere il servizio: 

Gli interventi di potatura vanno eseguiti di norma nella stagione silvana (15 ottobre - 31 marzo).
Per i platani dal 1° dicembre al 31 marzo.
La segnalazione ha valenza un anno.

Come accedere al servizio: 

E' necessario presentare una segnalazione, utilizzando l'apposito modulo dove va riportata la motivazione dell'abbattimento e/o della manutenzione.

Alla segnalazione è necessario allegare:

1) in caso di abbattimento:

- documentazione fotografica dei luoghi e delle specie da abbattere;

- planimetria catastale o eventuale planimetria in scala più idonea per l'individuazione del sito e delle specie da abbattare;

- solo se si ripiantuma (non obbligatorio): planimetria catastale o eventuale planimetria in scala più idonea per l'individuazione del sito e delle specie da piantumare;

- solo se si ripiantuma (non obbligatorio): dichiarazione del vivaista attestanto il perfetto stato fitosanitario della pianta;

- relazione agronomica a firma di tecnico abilitato indicante la specie, le dimensioni e lo stato fitosanitario della/e essenza/e interessate dall'intervento;

- se la pianta da abbattere è un platano: copia della comunicazione presentata alla Regione Lombardia-Ersaf.

2) in caso di manutenzione:

- documentazione fotografica dei luoghi e degli esemplari da manutenere (non obbligatoria);

- planimetria catastale o eventuale planimetria in scala più idonea per l'individuazione del sito e delle specie da manutenere;

- solo per interventi su aree non ad uso agricolo (ai sensi dell'art. 105 del Regolamento Edilizio per la qualità paesaggistica, la sostenibilità ambientale e l'efficienza energetica): documentazione fotografica degli esemplari da manutenere;

- se la pianta da manutenere è un platano: copia della comunicazione presentata alla Regione Lombardia-Ersaf.

L'intervento si intende autorizzato qualora, entro il termine di 30 giorni per gli abbattimenti e 15 giorni per le manutenzioni dalla presentazione della segnalazione, il Comune non dinieghi l'intervento (silenzio-assenso).