Scuola per l'infanzia comunale: informazioni generali

Versione stampabileVersione PDF

La scuola per l'infanzia è un servizio educativo che concorre con le famiglie al loro sviluppo affettivo, cognitivo.
Ne promuove l'autonomia, la conoscenza, la creatività ed assicura loro un'effettiva uguaglianza delle opportunità educative, anche attraverso interventi di prevenzione volti a ridurre ogni forma di svantaggio. Si propone come luogo di incontro, di partecipazione e di confronto con le famiglie sugli aspetti fondamentali della crescita di ciascun bambino.

La Scuola per l'infanzia non è, per legge, obbligatoria.

Le Scuole per l'infanzia del Comune di Cremona sono:
- Agazzi
- Aporti
- Castello
- Gallina
- Lacchini
- Martini
- Martiri della Libertà
- San Giorgio
- Zucchi.

Orari di apertura
Dal lunedì al venerdì:
7,30/8,30 - prima entrata (tempo anticipato)
8,30/8,50 - seconda entrata (tempo normale)
13,30 - prima uscita (tempo anticipato)
15,45/16,00 - seconda uscita (tempo normale)
oltre le 16,00 ed entro le 17,30 o le 18,00 (tempo prolungato - attivato solo con almeno 10 iscritti).

Le variazioni di scelta del tempo possono essere effettuate in qualsiasi mese, mediante comunicazione scritta da presentare possibilmente, il mese precedente.

La giornata educativa
La giornata educativa all'interno della scuola infanzia è l'insieme dei tempi di accoglienza, di gioco, delle attività organizzate, della cura personale, del pranzo, del riposo e del ricongiungimento con i genitori. Un'attenzione particolare è dedicata al rispetto delle consuetudini di ciascun bambino.

L'organizzazione della giornata è la seguente:
- Il tempo anticipato 7.30-8.30 è rivolto alle famiglie che, per motivi di lavoro, hanno bisogno di anticipare l'orario d'ingresso dei loro bambini.
- L'ingresso al tempo normale 8.30-8,50 è rivolto a tutti. È dedicato all'accoglienza e consente un breve scambio di informazioni tra genitori ed educatrici mentre i bambini si ritrovano a giocare insieme.
- L'inizio della giornata scolastica alle ore 9.00, è dedicato al piacere di ritrovarsi in gruppo con le educatrici e i compagni della propria sezione.
- Tra le 9.30 e le 12.00 vengono organizzate le attività didattiche sia in grande che in piccolo gruppo.
- Il momento dello spuntino verso le 10.30 e il tempo per il pranzo verso le 12.15 sono molto importanti, in cui il bambino con l'aiuto dell'educatrice impara una corretta educazione alimentare.
- La cura personale è generalmente un piacere per il bambino e facilita lo sviluppo dell'autonomia in bagno e il controllo di alcune funzioni del proprio corpo.
- Il momento del riposo verso le 13.30, avviene nel rispetto dei rituali del sonno e delle abitudini personali che aiutano il bambino a rilassarsi ed ad addormentarsi.
- Alle ore 13.30 è prevista un'uscita per quei bambini che frequentano la scuola solo al mattino.
- L'uscita 15.50 - 16.00 è il momento del ricongiungimento con la famiglia e permette un breve scambio tra le educatrici e i genitori sulla giornata appena trascorsa.
- Il tempo prolungato (uscite successive ore 16.00) è attivato solo su richiesta di almeno 10 bambini, che necessitano di prolungare la permanenza a scuola.

Progettazione e programmazione
Ogni scuola elabora ogni anno, tra settembre ed ottobre, il proprio progetto educativo che tiene conto delle caratteristiche dei bambini, del contesto sociale e delle opportunità che offre la struttura scolastica.
Una programmazione specifica è dedicata alla promozione della creatività, alla conduzione di laboratori all'interno delle iniziative di Cremona Educativa. Una particolare attenzione è dedicata alla continuità tra l'asilo nido e la scuola infanzia con progetti-ponte che facilitano il passaggio dei bambini tra i due servizi. Tra la scuola infanzia e la scuola primaria sono previsti passaggi di informazioni sui percorsi didattici effettuati e, con il consenso della famiglia, indicazioni utili sui singoli bambini.
In fondo a questa scheda si trovano informazioni su alcuni progetti didattico-educativi realizzati nelle scuole infanzia.

Calendario scolastico
Le scuole per l'infanzia aprono il 1° settembre di ogni anno scolastico e chiudono il 30 giugno.
I servizi rimangono chiusi circa due settimane a Natale e 2 giorni a Pasqua.

Servizio estivo
Nel mese di luglio si attivano offerte diversificate in tutta la città.

Alimentazione e dieta

Per informazioni sull'alimentazione e le diete nelle scuole per l'infanzia comunali, vai alla sezione "Ti potrebbe interessare anche " di questa scheda.

Organizzazione

Il personale educativo della scuola infanzia dispone di turnazioni orarie che prevedono trenta ore di presenza con i bambini e di ulteriori 4 ore settimanali che vengono utilizzate dalle educatrici per incontri con i genitori, aggiornamento e formazione, gestione della scuola infanzia.
Le sezioni delle scuole infanzia sono omogenee per età (3 - 4 - 5 anni).
Sono previste sperimentazioni di sezioni eterogenee per età.
In ogni sezione è prevista la presenza contemporanea di almeno 2 educatrici per circa 4 ore e mezza.
In caso di frequenza di minore disabile la sezione può essere supportata dalla presenza di una ulteriore educatrice.

In ogni scuola per l'infanzia è presente:
- la Coordinatrice: è anche educatrice di sezione, ed ha il compito di facilitare l'esperienza educativa del gruppo di lavoro; è una figura di riferimento della Direzione e fa parte del Coordinamento Pedagogico delle scuole infanzia e degli asili nido comunali;
- il Cuoco (assistito da un aiuto cuoco): in collaborazione con la dietista del Settore, è il responsabile del confezionamento dei pasti e della scelta del menù e le diete speciali. Il riferimento di carattere sanitario è l'ASL di Cremona;
- gli Operatori scolastici: curano la pulizia e l'igiene degli ambienti e degli oggetti utilizzati dai bambini quotidianamente.

Relazioni con i genitori
La scuola per l'infanzia è organizzata per rispondere alle esigenze dei bambini e sostenere le famiglie.
Incentiva e promuove la collaborazione tra le insegnanti e i genitori: è un luogo di incontro, dialogo, crescita ed interscambio tra i genitori e le educatrici, su ogni aspetto del percorso formativo ed educativo del bambino.
Sono quindi previsti diversi incontri:
- individuali tra i singoli genitori e le insegnanti
- di sezione tra tutti i genitori e le insegnanti di una stessa sezione
- assembleari per affrontare bisogni, interessi, problematiche particolarmente sentite oppure per affrontare argomenti specifici su tematiche organizzative e in occasione di ricorrenze.

I familiari sono inoltre coinvolti in altre forme di partecipazione:
- Consiglio di scuola: formato dai rappresentanti dei genitori e del personale scolastico, è l'occasione per un confronto sul progetto educativo della scuola infanzia.
- Consulta cittadina: composta dai rappresentanti dell'Amministrazione, i Presidenti dei vari Consigli di scuola, Comitati di Gestione e le Coordinatrici, rappresenta un momento di confronto allargato e partecipazione a temi o problemi relativi all'organizzazione dei servizi scolastici.

I familiari sono tenuti a:
- giustificare l'assenza prolungata del bambino. Il bambino può essere dimesso dal servizio qualora non venga effettuato l'inserimento entro 15 giorni dalla data stabilita; oppure qualora il bambino non abbia frequentato la scuola per 30 giorni consecutivi, in entrambi casi senza giustificato e documentato motivo.
In ogni caso la dimissione è prevista qualora il bambino non abbia frequentato la scuola per più di 4 mesi, anche giustificati;
- a non delegare al personale della scuola la somministrazione dei farmaci. I genitori in specifici casi, possono essere ammessi nelle ore di scuola a somministrare ai propri figli i farmaci di cui necessitano;
- a sottoscrivere, se d'accordo, l'autorizzazione alle uscite a scopo educativo - esplorativo dei propri figli;
- a riprendere i bambini e le bambine, al termine dell'orario previsto per il servizio. In caso di necessità possono delegare altre persone, sottoscrivendo una richiesta da firmare alla presenza delle educatrici.

Destinatari del servizio: 

Famiglie residenti nel Comune di Cremona con figli di età compresa tra i 3 e i 6 anni.
L'ingresso dei bambini di età inferiore ai tre anni alla scuola infanzia è previsto solo a seguito di un accordo stipulato con l'Associazione dei Comuni e il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, dopo aver esaurito la lista d'attesa dei bambini che compiono i 3 anni entro l'anno di riferimento.

Come accedere al servizio: 

Per le modalità di iscrizione alla scuola per l'infanzia vedi la sezione "Ti potrebbe interessare anche" di questa scheda.
 

Costo del servizio: 

Alle famiglie dei bambini frequentanti la scuola per l'infanzia viene richiesto il pagamento di una quota per il servizio di ristorazione scolastica (mensa).

Per informazioni più dettagliate sul costo del servizio vedi la sezione "Ti potrebbe interessare anche" di questa scheda.