Contributi a rimborso delle spese scolastiche: dote scuola

Versione stampabileVersione PDF

I contributi, erogati dalla Regione Lombardia, rappresentano un sostegno alla frequenza scolastica degli studenti delle scuole statali e paritarie e dei Centri di Formazione Professionale, residenti in Lombardia e che si trovano in determinate condizioni di reddito.

Il contributo DOTE SCUOLA, che può essere richiesto direttamente dai cittadini, prevede tre componenti:
1. componente "contributo per l'acquisto di libri di testo e dotazioni tecnologiche"
2. componente "buono scuola"
3. componente "merito".

L'anno scolastico a cui si fa riferimento per i contributi ai punti 1. e 2. è il 2019/2020.

I contributi vengono assegnati agli studenti la cui famiglia si trova entro i limiti di ISEE definiti dalla Regione per le diverse componenti.

Il contributo DOTE SCUOLA, che può essere richiesto SOLO dalle scuole, prevede due componenti:
1. componente "sostegno agli studenti disabili"
2. componente "integrazione scolstica dei bambini con disabilità frequentanti le scuole dell'infanzia autonome non statali e non comunali".

ATTENZIONE
Dall'anno 2016 il carnet cartaceo non esiste più.
Il valore del buono sarà caricato unicamente sulla CRS o sulla TS-CNS dei Richiedenti e sarà spendibile per l'acquisto dei prodotti presso la rete distributiva convenzionata entro la scadenza inderogabile del 31 dicembre 2019.

Le certificazioni ordinarie ISEE sono scadute il 15 gennaio 2019. Si consiglia, pertanto, di verificare la data di scadenza per rinnovare in tempo il documento.

Di seguito sono specificati nel dettaglio i destinatari di ogni componente:

1. Componente dote cittadini: contributo per l'acquisto di libri di testo e dotazioni tecnologiche

Studenti residenti in Lombardia, iscritti e frequentanti le scuole secondarie di primo grado (classi I, II e III) e secondarie di secondo grado (classi I e II) statali e paritarie con sede in Regione Lombardia o Regioni confinanti o frequentanti Istituzioni formative in possesso di accreditamento regionale, purché lo studente rientri quotidianamente alla propria residenza e non risulti beneficiario, per la stessa finalità ed anno scolastico, di altri contributi pubblici.
Per corsi ordinari di studio si intendono quelli previsti dagli ordinamenti nazionali e regionali per le scuole secondarie di primo e secondo grado.
L'età massima dello studente beneficiario del contributo è di 18 anni.
Il nucleo familiare richiedente deve avere una certificazione ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) inferiore o uguale a € 15.749,00.
Per presentare domanda occorre essere in possesso della certificazione ISEE in corso di validità.
Il valore del buono è determinato in base alla situazione economica (ISEE) della famiglia dello studente e all'ordine di scuola frequentata.

2. Componente dote cittadini: buono scuola

Studenti residenti in Lombardia, iscritti e frequentanti corsi a gestione ordinaria presso le scuole primarie, secondarie di primo grado e secondarie superiori, paritarie e statali che applicano una retta d'iscrizione e frequenza, aventi sede in Lombardia o in regioni confinanti, purché lo studente, al termine delle lezioni, rientri quotidianamente alla propria residenza e non risulti beneficiario per la stessa finalità ed anno scolastico, di altri contributi pubblici.
L'età massima dello studente beneficiario del Buono scuola è di 21 anni.
Il nucleo familiare richiedente deve avere una certificazione ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) inferiore o uguale a € 40.000,00.
Per presentare domanda occorre essere in possesso della certificazione ISEE in corso di validità.
Il valore del buono è determinato in base alla situazione economica (ISEE) della famiglia dello studente e all'ordine di scuola frequentata.

3. Componente dote cittadini: merito

La componente Dote Merito è destinata a studenti delle scuole secondarie superiori di secondo grado o dei centri di formazione professionale che hanno concluso l’anno 2018/2019 con risultati eccellenti.
Nel mese di settembre o ottobre la Regione provvede, di norma, a pubblicare il bando con criteri di accesso e importi della Dote.
In particolare si rivolge a due tipologie di studenti:
A) studenti delle classi terze e quarte del sistema di istruzione che hanno conseguito una valutazione finale media pari o superiore a nove. A questi è riconosciuto un buono servizi di € 500,00 finalizzato all’acquisto di libri di testo e/o dotazioni tecnologiche per la didattica;
B) studenti delle classi quinte del sistema di istruzione e delle classi terze e quarte di istruzione e formazione professionale (IeFP) che nell’anno scolastico 2018/2019 hanno raggiunto, rispettivamente, una valutazione finale pari a “100 e lode” al termine dell’esame di Stato, ovvero una votazione finale di “100” a conclusione agli esami di qualifica o diploma professionale. A questi è riconosciuta una dote con un importo che va da €. 1.000,00 a € 3.000,00 per sostenere esperienze formative di apprendimento ed arricchimento di conoscenze e abilità, anche attraverso viaggi di studio all’estero. In particolare il valore della dote è stabilito:
- per esperienze di almeno una settimana in Italia sarà erogato un voucher di € 1.000,00
- per esperienze di almeno una settimana in Europa sarà erogato un voucher di € 1.500,00
- per esperienze di almeno una settimana in un paese extra europeo sarà erogato un voucher di € 3.000,00.
Nel caso B) tali voucher dovranno essere utilizzati per partecipare ad esperienze che sono inserite su un apposito catalogo consultabile online.

1. Componente dote scuole: sostegno agli studenti disabili

Destinatari sono le scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado paritarie, che applicano una retta d’iscrizione e frequenza, aventi sede in Lombardia e che accolgono alunni disabili residenti in Lombardia e frequentanti corsi a gestione ordinaria.

2. Componente dote scuole: integrazione scolastica bambini disabili per le scuole dell'infanzia non statali e non comunali

Destinatari sono le scuole dell’infanzia autonome non statali e non comunali, senza fini di lucro e aventi sede in Lombardia, che ospitano alunni con disabilità fisica, intellettiva e sensoriale residenti in Lombardia. La condizione di disabilità deve essere certificata dalla ASST competente a seguito degli appositi accertamenti collegiali previsti dal D.P.C.M. 23/2/2006, N. 185 e dalla D.G.R. N. 3449/2006, integrata dalla D.G.R. n. 2185/2011.

Quando richiedere il servizio: 

Per la componente "contributo per l'acquisto di libri di testo e dotazioni tecnologiche" e "buono scuola": le domande on-line possono essere presentate dal 15 aprile 2019 ore 12.00 al 14 giugno 2019 ore 12.00 all'indirizzo http://www.bandi.servizirl.it/
Per il supporto informatico del personale comunale, si consiglia di presentarsi a partire dal giorno 16 aprile 2019.

Per la componente "Dote merito": bando non ancora pubblicato http://www.bandi.servizirl.it/

Per la componente “Sostegno agli studenti disabili”: bando non ancora pubblicato -  la domanda è presentata dalla scuola paritaria unicamente on-line attraverso l'indirizzo http://www.bandi.servizirl.it/

Per la componente “Integrazione scolastica dei bambini con disabilità frequentanti le scuole dell’infanzia autonome non statali e non comunali”: la domanda è presentata dalla scuola e il bando non è ancora stato pubblicato.

Come accedere al servizio: 

Per poter usufruire dei contributi destinati ai cittadini occorre presentare domanda on-line.
La compilazione, l'inoltro e la gestione delle domande avvengono esclusivamente in via informatica su http://www.bandi.servizirl.it/ (dove è possibile anche scaricare la Guida per la compilazione on-line), con una delle seguenti modalità:

1) direttamente dal cittadino, attraverso il proprio computer collegandosi al sito di Regione Lombardia; se l'utente dispone di una carta regionale dei servizi (CNS/CRS) e di un lettore di carte digitali o se si è in possesso di un codice SPID (è un codice personale che consente di accedere da qualsiasi dispositivo e di essere riconosciuto da tutti i portali della Pubblica Amministrazione).

Per richiedere ed ottenere il codice SPID serve:
- un indirizzo e-mail
- il numero del cellulare che usi normalmente
- un documento d'identità valido (carta identità - passaporto - patente - permesso di soggiorno)
- CNS/CRS con il codice fiscale (durante la registrazione può essere necessario fotografarli e allegarli al modulo che compilerai).

Cosa fare per ottenere il codice SPID:
- registrarsi sul sito di uno dei nove Identity provider: ARUBA - INFOCERT - NAMIRAL - POSTE ITALIANE - REGISTER.IT - SIELTE - TIM - INTESA  - LEPIDA
- completa la procedura attraverso la modalità indicata dall'Identity provider da te prescelto:
* via webcam
* di persona
* tramite Carta Identità Elettronica, CNS/CRS attiva o firma digitale.

I tempi di rilascio dell'Identità SPID dipendono dai singoli Identity provider. Altre informazioni al link: https://www.spid.gov.it/richiedi-spid
Il codice SPID non ha scadenza e può essere richiesto più volte.

2) se il cittadino non ha un computer o non può utilizzare la carta regionale dei servizi, per la richiesta della "Dote contributo per l'acquisto di libri di testo e dotazioni tecnologiche" per le scuole statali e per la "Dote merito" può recarsi agli uffici del Settore Politiche Educative, Piano Locale Giovani, Istruzione e Sport del Comune di Cremona, negli orari di apertura, per ricevere supporto informatico.
I residenti in altri Comuni devono recarsi presso il Comune di residenza (informarsi sugli orari);

3) sempre se l'utente non può compilare la domanda autonomamente, per la richiesta del Buono scuola per le scuole paritarie e anche l'eventuale contributo libri di testo e dotazioni tecnologiche per le scuole paritarie deve recarsi presso la scuola paritaria frequentata per la compilazione e l'invio della domanda;

4) se in famiglia ci sono figli che frequentano sia scuole statali che scuole paritarie, il genitore può chiedere la compilazione della domanda sia in Comune sia presso la scuola paritaria.

Per le componenti destinate alle scuole “Sostegno agli studenti disabili” e Integrazione scolastica dei bambini con disabilità frequentanti le scuole dell’infanzia autonome non statali e non comunaliil Comune non fornisce supporto alla compilazione.

Per informazioni è possibile rivolgersi all'Ufficio di riferimento del Comune oppure consultare il sito della Regione o scrivere alla casella dotescuola@regionelombardia.it o rivolgersi agli sportelli territoriali di Spazio Regione.