Giovanni Bellucci, pianoforte

Versione stampabileVersione PDF

Giovanni Bellucci, pianoforte

Wolfgang Amadeus Mozart/Franz Liszt
Confutatis maledictis
Lacrimosa
(da Requiem K626)

Ludwig van Beethoven/Franz Liszt
Sinfonia n.5 in do minore op.67

Ludwig van Beethoven
Sonata n.17 op.31 "La tempesta"
(in occasione dei 450 anni dalla nascita di William Shakespeare)

Ferruccio Busoni
Elegia n.4 "Turandots Frauengemach"

Franz Liszt
Parafrasi sulla Suite da "Sogno di una notte di mezza estate" di Mendelssohn
(in occasione dei 450 anni dalla nascita di William Shakespeare)

Per la prima volta sul palcoscenico del Teatro Ponchielli, ad inizio febbraio si esibirà a Cremona uno degli artisti della tastiera più interessanti degli ultimi decenni: Giovanni Bellucci, che da anni ormai affronta l'impresa di eseguire l'integrale delle opere di Ludwig van Beethoven, comprese le nove sinfonie, trascritte per pianoforte da Franz Liszt. Il programma di questo concerto è ricco di temi e di spunti d'ispirazione, pur ruotando quasi tutti attorno alla figura di Beethoven, grande riformatore e "scardinatore" dello status quo musicale della vecchia Europa. A lui è dedicato il primo brano, una trascrizione di Liszt di due momenti (Confutati maledictis e Lacrimosa) dal Requiem di Wolfgang Amadeus Mozart, eseguito nel 1827 in occasione della morte del compositore di Bonn. Si prosegue con Beethoven/Liszt e la trascrizione per pianoforte della Quinta Sinfonia, con il celebre tema del "destino che bussa alla porta", che qui si vuole intendere la porta dell'umanità sconvolta dal tumulto della guerra mondiale. Del compositore tedesco, Bellucci eseguirà anche la Sonata n.17 op.31 "La tempesta", in omaggio a William Shakespeare di cui nel 2014 ricorrono i 450 anni dalla nascita. Una breve incursione nel '900, in evidente legame con il tema conduttore della presente stagione, avverrà attraverso l'Elegia n. 4 "Turandots Frauengemach" di Ferruccio Busoni e tratta dalla sua opera Turandot, scritta dal compositore toscano proprio durante la prima guerra mondiale. La chiusura del concerto verrà affidata nuovamente ad una trascrizione lisztiana, in questo caso della Suite da "Sogno di una notte di mezza estate" di Mendelssohn, altro esplicito omaggio al Bardo di Avon.

Fonte: Teatro Ponchielli

Date dell'evento: 

07/02/2014

20.30

Teatro Ponchielli Corso Vittorio Emanuele II, 52
Cremona
IT

Organizzatori: 

Tipologia
Eventi
Categoria di Eventi