Come diventare un bersaglio difficile

Versione stampabileVersione PDF

di Nia Guaita

 

 

A cura di Comune di Cremona, Assessorato alle Pari Opportunità e alle Politiche del Personale

 

 

 

 

L'incontro è rivolto a chiunque desideri conoscere i comportamenti e gli atteggiamenti favorevoli alla de-escalation della violenza, da assumere in una situazione di rischio fisico.

 

 

 

 

Da sempre la donna è oggetto di aggressioni, più o meno gravi, solo per il fatto di essere donna e considerata più debole dell'uomo. Il primo passo verso il cambiamento spetta anche alla donna rifiutandosi di essere "vittima".

Ogni donna, di qualunque età, al di là dalla preparazione fisica, deve avere la possibilità di sapere, innanzitutto, come evitare le situazioni pericolose e, se la prevenzione non è stata sufficiente, cosa fare se il pericolo è incombente.

Prevenire significa saper "leggere" il contesto, la situazione, l'ambiente fisico, percependo il pericolo che può essere insito in loro. In tutte le situazioni che poi degenerano in aggressioni, si sono verificate da parte di uno o entrambi i contendenti, una serie di azioni che hanno fallito nell'allontanare il rischio insito nella situazione stessa.

Si verificano cioè delle omissioni di "lettura" della situazione, del contesto, della relazione, le quali, sommandosi alla tensione del momento, non hanno disinnescato un processo di escalation o un meccanismo di opportunità favorevole all'aggressore.

Un incontro per scoprire le intenzioni del nostro interlocutore anche quando non vengono espresse a parole, per rendere l'emozione della paura nostra alleata e applicare quelle chiavi di lettura del contesto e della situazione che possono fare la differenza tra il riuscire a risolvere un momento critico in modo incruento, secondo una logica preventiva, oppure essere coinvolte in un episodio di violenza.

 

 

 

 

Breve profilo professionale di Nia Guaita

 

 

 

Dopo studi in Lingue e Scienze Sociali, una specializzazione in Comunicazione ed un Master in Marketing e Comunicazione d'Impresa, continua i suoi studi in Svizzera, Belgio, Olanda, Inghilterra e Francia sulla Programmazione Neurolinguistica e sulla Comunicazione Non Verbale.

Una particolare attenzione è rivolta allo studio, analisi e interpretazione delle microespressioni facciali: è analista FACS (Facial Action Coding System) seguendo la tecnica e gli studi di Ekman e Friesen.

Ha conseguito il Master trainer in PNL grazie alla formazione diretta con Steve Andreas e David Gordon, tra i fondatori della Neuro-Linguistic Programming.

Collabora con Università e Istituti scolastici superiori con interventi mirati sulle tecniche di Comunicazione, Public Speaking, Persuasione, Sviluppo delle capacità relazionali dei Docenti.

 

 

E' iscritta all'Albo dei Formatori della Regione Lombardia e, tra gli altri, ha gestito lo sviluppo delle competenze relazionali dei Docenti degli Istituti Pacioli e Manziana di Crema, dei Docenti dell'Istituto di formazione superiore J.Torriani di Cremona e dei Docenti degli Istituti Scolastici di Soresina; la formazione del personale di front office del Comune di Crema, la formazione del Management e degli autisti dei mezzi pubblici dei Comuni di Cremona, Bergamo e Como, percorsi di formazione sulle tecniche comunicative al personale medico dell'Ospedale di Crema e agli Assistenti sociali ed Operatori di comunità dei Comuni di Crema e Cremona. E' consulente di aziende multinazionali che assiste in trattative per leggere ed interpretare il linguaggio del corpo delle controparti. E' docente in tecniche di negoziazione e analisi e lettura del linguaggio del corpo in percorsi di formazione indirizzati alle forze della Polizia di Stato.

 

 

 

 

E' autrice di varie pubblicazioni, tra le altre: "Il galateo in azienda", "Il potere della persuasione", "Quello che le parole non dicono: il linguaggio segreto del corpo" e ultimo, un libro dedicato a tutte le donne e che affronta il tema della violenza: "Come diventare un bersaglio difficile".

 

 

Condividi o salva tra i preferiti

 

 

Date dell'evento: 

26/11/2013

ore 17.30

SpazioComune - Sala EventiPiazza Stradivari, 7
Cremona
IT

Organizzatori: 

Evento nella Rassegna: 

25 novembre 2013: Giornata internazionale contro la violenza sulle donne

da 22/11/2013 a 30/11/2013

Da qualche anno l'Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Cremona segue con molta attenzione il tema della violenza alle donne, in particolare in occasione della Giornata internazionale contro la violenza alle donne, propone iniziative diverse al fine di sensibilizzare il mondo della scuola, gli enti, le associazioni e la cittadinanza...

Tipologia
Eventi
Categoria di Eventi