Nomina, ai sensi dell'art. 23 del relativo Statuto, del Consiglio di Amministrazione dell'A.E.M. Cremona S.p.A., composto da n. 5 Membri

Versione stampabileVersione PDF

Le segnalazioni devono essere presentate all'Ufficio Protocollo del Comune di Cremona dal 4 al 24 novembre 2014

N. 54990

lì, 29 ottobre 2014

Al Sig. Presidente del Consiglio

Con atto n. 37616 di Prot. in data 25 luglio 2011, come
modificato con atto n. 38881 di Prot. in data 29 luglio 2011, è stato
nominato, ai sensi dell’art. 23 del relativo Statuto e degli artt. 2449 e
2383 del Codice Civile, il Consiglio di Amministrazione dell’A.E.M.
Cremona S.p.A., così composto: Rag. Franco Albertoni - Presidente, Rag.
Franco Mazzini, Sig. Martino Ghidoni, P.i. Francesco Corbani e Dott.ssa Valeria
Maria Nassi - Membri.

In conseguenza delle succitate norme, gli Amministratori non
possono essere nominati per un periodo superiore a tre esercizi e scadono alla
data dell’Assemblea convocata per l’approvazione del bilancio
relativo all’ultimo esercizio dalla loro carica.

Per effetto di quanto stabilito dall’art. 23 dello
Statuto dell’A.E.M. Cremona S.p.A., tale Società è
amministrata da un Consiglio di Amministrazione composto da tre a cinque Membri
e il Comune di Cremona ha diritto, ai sensi dell’art. 2449 del Codice
Civile, di procedere alla nomina diretta di un numero di Amministratori,
proporzionale all’entità della propria partecipazione, fra i quali
l’Assemblea eleggerà il Presidente; il comma 4 di tale norma
statutaria precisa, poi, che, sin quando il Comune di Cremona rimarrà
unico socio, anche il Presidente è nominato ai sensi dell’art.
2449 del Codice Civile.

Ne deriva che, poiché, com’è noto,
questo Comune è proprietario dell’intero capitale sociale di tale
S.p.A., ha diritto alla nomina diretta del Presidente e dell’intero
Consiglio di Amministrazione. Al riguardo, comunico che, ai sensi
dell’art. 2380 bis - comma 4 - del Codice Civile, in occasione
dell’Assemblea dell’A.E.M. Cremona S.p.A., tenutasi in data 28
ottobre 2014, ho determinato in n. 5 Membri la composizione del Consiglio di
Amministrazione in argomento.

Tale nomina è da effettuarsi sulla base degli
Indirizzi Generali per la nomina e la designazione, da parte del Sindaco, dei
rappresentanti del Comune presso Aziende, Istituzioni, Fondazioni ed Enti
(comprese le Società), definiti dal Consiglio Comunale con deliberazione
n. 50 in data 13 ottobre 2014.

Pertanto, ai sensi degli Indirizzi di cui sopra, entro il
ventesimo giorno successivo alla data della comunicazione, da parte della S.V.,
ai Membri dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio della necessità
di procedere a tale nomina, i Consiglieri Comunali possono segnalarmi
nominativi, tramite l’Ufficio Protocollo di questo Comune; entro lo
stesso termine, anche i cittadini, in possesso dei requisiti per
l’elezione a Consigliere Comunale, possono segnalare la propria
disponibilità, sempre tramite l’Ufficio Protocollo di questo
Comune.

Le segnalazioni e le candidature devono essere conformi a
quanto prescritto dagli Indirizzi Generali succitati; si fa presente, in
proposito, che l’art. 1 - comma 1 - di tali Indirizzi, nel secondo
periodo, precisa che, per la nomina nell’ambito del Consiglio di
Amministrazione dell’A.E.M. Cremona S.p.A., è, altresì,
"richiesto preferibilmente, il possesso di conoscenze giuridiche, economiche e
tecniche, nonché esperienza maturata in ambito pubblico o privato, di
adeguata dimensione, di gestione di risorse umane e finanziarie.". Le
segnalazioni e le candidature devono essere corredate:

  • dal curriculum, datato e sottoscritto, che deve essere rilasciato, a pena
    di esclusione dalla presente procedura di nomina, con la seguente
    dichiarazione: "consapevole delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni
    non veritiere, di formazione o di uso di atti falsi, di cui all’art. 76
    del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, sotto la sua personale
    responsabilità" e completo dei dati e delle informazioni specificate
    all’art. 4 - comma 1 - lettera a) - degli Indirizzi Generali
    succitati;
  • dalle dichiarazioni elencate dall’art. 4 - comma 1 - lettere b) - c)
    - d) - degli Indirizzi Generali di cui sopra;
  • dalla dichiarazione di accettazione integrale delle disposizioni di cui
    agli Indirizzi Generali succitati e di tutto quanto contenuto negli atti
    relativi alla procedura di nomina in argomento;
  • dalla dichiarazione di non trovarsi in alcuna delle condizioni di cui
    all’art. 2382 del Codice Civile;
  • se del caso, dalla dichiarazione conseguente al disposto dell’art. 1
    - comma 734 - della Legge 27 dicembre 2006, n. 296, come da interpretazione
    autentica di cui al comma 32 bis dell’art. 3 della Legge 24 dicembre
    2007, n. 244;
  • dalla dichiarazione di non essere dipendente pubblico/a, con indicazione
    dei dati completi e dell’indirizzo del datore di lavoro privato;
  • nel caso, invece, in cui il/la candidato/a sia dipendente pubblico/a, dalla
    relativa dichiarazione, con indicazione dei dati completi e
    dell’indirizzo del datore di lavoro pubblico; si precisa, al riguardo,
    che, in caso di volontà di nomina da parte dello scrivente, la
    formalizzazione del relativo decreto non sarà perfezionata in assenza
    dell’autorizzazione del datore di lavoro pubblico all’esercizio
    della carica in argomento; l’acquisizione e la produzione tempestiva a
    questo Comune di tale autorizzazione è di esclusivo onere del/la
    candidato/a, che, nel caso di mancato rilascio, con formale e tempestiva
    comunicazione, ne deve informare questo Comune; il/la candidato/a dovrà
    esplicitamente dichiarare che si farà carico di tali oneri;
  • dalla dichiarazione che, in caso di nomina, in tutti i casi in cui, nel
    periodo di durata in carica quale Membro del Consiglio di Amministrazione
    dell’A.E.M. Cremona S.p.A. intervengano variazioni relative al rapporto e
    al datore di lavoro, sarà onere del/la candidato/a comunicare allo
    stesso la carica ricoperta e provvedere, in caso di datore di lavoro pubblico,
    ad acquisire e a trasmettere tempestivamente alla S.p.A. stessa e a questo
    Comune l’autorizzazione all’esercizio della carica in argomento,
    oppure, nel caso in cui non sia rilasciata tale autorizzazione, a darne agli
    stessi formale e tempestiva comunicazione;
  • dalla dichiarazione di cui all’art. 8 - comma 3 - del D.P.R. 7
    settembre 2010, n. 168;
  • dalla dichiarazione di insussistenza delle cause di inconferibilità
    e incompatibilità di cui al D.Lgs. 8 aprile 2013, n. 39 riferite alla
    procedura di nomina in argomento;
  • dalla dichiarazione di impegno, in caso di nomina, a presentare, a corredo
    dell’accettazione, la conferma della dichiarazione succitata e,
    annualmente, entro un anno dalla data della dichiarazione di cui sopra, per
    tutto il periodo di durata in carica, una dichiarazione di insussistenza delle
    cause di incompatibilità di cui al D.Lgs. 8 aprile 2013, n. 39,
    accompagnata dal curriculum aggiornato e redatto con le stesse modalità
    di quello presentato a corredo della candidatura o dalla dichiarazione che non
    sono intervenute variazioni rispetto a tale curriculum, a parte la nomina di
    cui trattasi;
  • nel caso in cui, invece, il candidato si trovi in situazione/i di
    incompatibilità di cui al D.Lgs. 8 aprile 2013, n. 39, tale/i
    fattispecie dovrà/anno essere oggetto di esplicita dichiarazione,
    accompagnata dalla dichiarazione, in caso di volontà di nomina da parte
    dello scrivente, alla relativa rimozione, da effettuarsi e comunicarsi
    contestualmente anche all’Amministrazione/Ente interessata/o/e/i entro il
    termine perentorio di 15 giorni dalla ricezione di tale volontà, con
    accettazione che, decorso infruttuosamente tale termine, la nomina non
    sarà perfezionata;
  • dalla dichiarazione di consenso al trattamento dei dati personali e/o
    sensibili ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003 e di presa d’atto delle
    informazioni di cui all’art. 13 di tale D.Lgs.;
  • dalla fotocopia del documento di identità in corso di
    validità.

Sottolineo, inoltre, che l’art. 5 - comma 3 - degli
Indirizzi di cui sopra, stabilisce che il Sindaco "procede alla relativa nomina
o designazione, garantendo che nessuno dei due sessi possa essere rappresentato
in misura inferiore ad 1/3 (un terzo), con arrotondamento
all’unità superiore per il genere meno rappresentato" e che "La
rappresentanza, così come prevista dalle leggi vigenti, va perseguita
anche all’interno dell’organo oggetto della
nomina/designazione.".

Ne deriva che, poiché il Consiglio di Amministrazione
dell’A.E.M. Cremona S.p.A. è composto da n. 5 Membri, il genere
meno rappresentato non può essere inferiore a n. 2 Membri.

Chiedo, pertanto, alla S.V. di sottolineare tale esigenza ai
Capigruppo Consiliari, affinché sensibilizzino i Consiglieri dei
rispettivi Gruppi a presentare segnalazioni di entrambi i generi. Infatti, nel
caso non pervengano candidature adeguate ad ottemperare alle disposizioni in
argomento, mi avvarrò di quanto stabilito dal comma 4 dell’art. 5
degli Indirizzi succitati.

Si precisa che la presentazione della candidatura, corredata
come sopra indicato, può essere, altresì, effettuata a mezzo di
Posta Elettronica Certificata (PEC), proveniente esclusivamente da altra
casella di posta elettronica certificata e firmata digitalmente, da inoltrare
al seguente indirizzo: protocollo@comunedicremona.legalmail.it. Si precisa, inoltre, che l’invio delle candidature e della relativa
documentazione a mezzo e-mail non ha alcun valore legale e, pertanto, le
segnalazioni pervenute in tal modo non potranno essere prese in considerazione
ai fini della procedura di nomina in oggetto.

Al fine di facilitare la presentazione delle segnalazioni in
argomento, si allega alla presente, oltre allo Statuto dell’A.E.M.
Cremona S.p.A., i fac-simili della candidatura di cui trattasi, del curriculum
e delle dichiarazioni di cui al D.Lgs. 8 aprile 2013, n. 39, facendo presente
che la Dott.ssa Piera Telò - Istruttore Direttivo di questa Segreteria
Generale - è disponibile per delucidazioni e/o chiarimenti in
proposito.

Distintamente.

IL SINDACO

(Prof. Gianluca Galimberti)


N. 54992

lì, 29 ottobre 2014

Ai Sigg.ri Membri Effettivi dell’Ufficio di Presidenza
del Consiglio

 Mi pregio trasmettere, in allegato alla presente, copia della nota con la
quale il Sig. Sindaco mi ha informato della necessità di procedere alla
nomina del Consiglio di Amministrazione dell’A.E.M. Cremona S.p.A.,
composto da n. 5 Membri.

Ai sensi degli Indirizzi Generali per la nomina e la
designazione, da parte del Sindaco, dei rappresentanti del Comune presso
Aziende, Istituzioni, Fondazioni ed Enti (comprese le Società), definiti
dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 50 in data 13 ottobre 2014, entro
il ventesimo giorno successivo alla data di ricezione, da parte delle SS.LL.,
della presente comunicazione, i Consiglieri Comunali possono segnalare
nominativi, tramite l’Ufficio Protocollo di questo Comune; entro lo
stesso termine, anche i cittadini, in possesso dei requisiti per
l’elezione a Consigliere Comunale, possono segnalare la propria
disponibilità, sempre tramite l’Ufficio Protocollo di questo
Comune.

Le segnalazioni e le candidature devono essere conformi a
quanto prescritto dagli Indirizzi Generali succitati; si fa presente, in
proposito, che l’art. 1 - comma 1 - di tali Indirizzi, nel secondo
periodo, precisa che, per la nomina nell’ambito del Consiglio di
Amministrazione di A.E.M. Cremona S.p.A., è, altresì, "richiesto
preferibilmente, il possesso di conoscenze giuridiche, economiche e tecniche,
nonché esperienza maturata in ambito pubblico o privato, di adeguata
dimensione, di gestione di risorse umane e finanziarie.". Le segnalazioni e le
candidature devono essere corredate:

  • dal curriculum, datato e sottoscritto, che deve essere rilasciato, a pena
    di esclusione dalla presente procedura di nomina, con la seguente
    dichiarazione: "consapevole delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni
    non veritiere, di formazione o di uso di atti falsi, di cui all’art. 76
    del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, sotto la sua personale
    responsabilità" e completo dei dati e delle informazioni specificate
    all’art. 4 - comma 1 - lettera a) - degli Indirizzi Generali
    succitati;
  • dalle dichiarazioni elencate dall’art. 4 - comma 1 - lettere b) - c)
    - d) - degli Indirizzi Generali di cui sopra;
  • dalla dichiarazione di accettazione integrale delle disposizioni di cui
    agli Indirizzi Generali succitati e di tutto quanto contenuto negli atti
    relativi alla procedura di nomina in argomento;
  • dalla dichiarazione di non trovarsi in alcuna delle condizioni di cui
    all’art. 2382 del Codice Civile;
  • se del caso, dalla dichiarazione conseguente al disposto dell’art. 1
    - comma 734 - della Legge 27 dicembre 2006, n. 296, come da interpretazione
    autentica di cui al comma 32 bis dell’art. 3 della Legge 24 dicembre
    2007, n. 244;
  • dalla dichiarazione di non essere dipendente pubblico/a, con indicazione
    dei dati completi e dell’indirizzo del datore di lavoro privato;
  • nel caso, invece, in cui il/la candidato/a sia dipendente pubblico/a, dalla
    relativa dichiarazione, con indicazione dei dati completi e
    dell’indirizzo del datore di lavoro pubblico; si precisa, al riguardo,
    che, in caso di volontà di nomina da parte del Sindaco, la
    formalizzazione del relativo decreto non sarà perfezionata in assenza
    dell’autorizzazione del datore di lavoro pubblico all’esercizio
    della carica in argomento; l’acquisizione e la produzione tempestiva a
    questo Comune di tale autorizzazione è di esclusivo onere del/la
    candidato/a, che, nel caso di mancato rilascio, con formale e tempestiva
    comunicazione, ne deve informare questo Comune; il/la candidato/a dovrà
    esplicitamente dichiarare che si farà carico di tali oneri;
  • dalla dichiarazione che, in caso di nomina, in tutti i casi in cui, nel
    periodo di durata in carica quale Membro del Consiglio di Amministrazione
    dell’A.E.M. Cremona S.p.A. intervengano variazioni relative al rapporto e
    al datore di lavoro, sarà onere del/la candidato/a comunicare allo
    stesso la carica ricoperta e provvedere, in caso di datore di lavoro pubblico,
    ad acquisire e a trasmettere tempestivamente alla S.p.A. stessa e a questo
    Comune l’autorizzazione all’esercizio della carica in argomento,
    oppure, nel caso in cui non sia rilasciata tale autorizzazione, a darne agli
    stessi formale e tempestiva comunicazione;
  • dalla dichiarazione di cui all’art. 8 - comma 3 - del D.P.R. 7
    settembre 2010, n. 168;
  • dalla dichiarazione di insussistenza delle cause di inconferibilità
    e incompatibilità di cui al D.Lgs. 8 aprile 2013, n. 39 riferite alla
    procedura di nomina in argomento;
  • dalla dichiarazione di impegno, in caso di nomina, a presentare, a corredo
    dell’accettazione, la conferma della dichiarazione succitata e,
    annualmente, entro un anno dalla data della dichiarazione di cui sopra, per
    tutto il periodo di durata in carica, una dichiarazione di insussistenza delle
    cause di incompatibilità di cui al D.Lgs. 8 aprile 2013, n. 39,
    accompagnata dal curriculum aggiornato e redatto con le stesse modalità
    di quello presentato a corredo della candidatura o dalla dichiarazione che non
    sono intervenute variazioni rispetto a tale curriculum, a parte la nomina di
    cui trattasi;
  • nel caso in cui, invece, il candidato si trovi in situazione/i di
    incompatibilità di cui al D.Lgs. 8 aprile 2013, n. 39, tale/i
    fattispecie dovrà/anno essere oggetto di esplicita dichiarazione,
    accompagnata dalla dichiarazione, in caso di volontà di nomina da parte
    del Sindaco, alla relativa rimozione, da effettuarsi e comunicarsi
    contestualmente anche all’Amministrazione/Ente interessata/o/e/i entro il
    termine perentorio di 15 giorni dalla ricezione di tale volontà, con
    accettazione che, decorso infruttuosamente tale termine, la nomina non
    sarà perfezionata;
  • dalla dichiarazione di consenso al trattamento dei dati personali e/o
    sensibili ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003 e di presa d’atto delle
    informazioni di cui all’art. 13 di tale D.Lgs.;
  • dalla fotocopia del documento di identità in corso di
    validità.

Sottolineo, inoltre, che l’art. 5 - comma 3 - degli
Indirizzi di cui sopra, stabilisce che il Sindaco "procede alla relativa nomina
o designazione, garantendo che nessuno dei due sessi possa essere rappresentato
in misura inferiore ad 1/3 (un terzo), con arrotondamento
all’unità superiore per il genere meno rappresentato" e che "La
rappresentanza, così come prevista dalle leggi vigenti, va perseguita
anche all’interno dell’organo oggetto della
nomina/designazione.".

Ne deriva che, poiché il Consiglio di Amministrazione
dell’A.E.M. Cremona S.p.A. è composto da n. 5 Membri, il genere
meno rappresentato non può essere inferiore a n. 2 Membri.

Ribadisco, pertanto, come mi ha chiesto il Sig. Sindaco,
tale esigenza, affinché sensibilizziate i Consiglieri dei rispettivi
Gruppi a presentare segnalazioni di entrambi i generi. Infatti, nel caso non
pervengano candidature adeguate ad ottemperare alle disposizioni in argomento,
il Sig. Sindaco si avvarrà di quanto stabilito dal comma 4
dell’art. 5 degli Indirizzi succitati.

Si precisa che la presentazione della candidatura, corredata
come sopra indicato, può essere, altresì, effettuata a mezzo di
Posta Elettronica Certificata (PEC), proveniente esclusivamente da altra
casella di posta elettronica certificata e firmata digitalmente, da inoltrare
al seguente indirizzo: protocollo@comunedicremona.legalmail.it. Si precisa, inoltre, che l’invio delle candidature e della relativa
documentazione a mezzo e-mail non ha alcun valore legale e, pertanto, le
segnalazioni pervenute in tal modo non potranno essere prese in considerazione
ai fini della procedura di nomina in oggetto.

Al fine di facilitare la presentazione delle segnalazioni in
argomento, si allega alla presente, oltre allo Statuto dell’A.E.M.
Cremona S.p.A., i fac-simili della candidatura di cui trattasi, del curriculum
e delle dichiarazioni di cui al D.Lgs. 8 aprile 2013, n. 39, facendo presente
che la Dott.ssa Piera Telò - Istruttore Direttivo di questa Segreteria
Generale - è disponibile per delucidazioni e/o chiarimenti in
proposito.

Distintamente.

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO

(Sig.ra Simona Pasquali)

Documenti da scaricare

Scarica lo ZIP contenente i documenti elencati di seguito - 174 Kb):

  • Lettere di avvio del procedimento - PDF
  • Statuto Azienda Energetica Municipale SpA - PDF
  • Fac-simile modello di candidatura - PDF e DOC
  • Fac-simile Curriculum Vitae - PDF e DOC
  • Fac-simile dichiarazioni D.lgs 39/2013 - PDF e DOC

Note

Il presente documento è affisso all'Albo Pretorio del Comune di Cremona dal 4 al 24 novembre 2014

Condividi o salva tra i preferiti

Tipologia
News
Categoria di News