Mostra dell'artista Giuseppe Cattagni in Sala Alabardieri

Versione stampabileVersione PDF

Fino al 17 marzo compreso sono esposte nella Sala Alabardieri di Palazzo Comunale le opere del pittore gallaratese Giuseppe Cattagni. La mostra, aperta dal martedì alla domenica dalle 10 alle 17 (lunedì chiuso), ad ingresso libero, rientra nelle iniziative dell'Assessorato alla Cultura volte a promuovere l'arte contemporanea non solo di artisti locali ma provenienti anche da altre province lombarde.

La mostra presenta, fra l'altro, una selezione degli ultimi lavori dedicati al ciclo delle "metamorfosi" dove il fondo si va gradatamente sgretolando "usando - come spiega il critico d'arte Ettore Ceriani - una materia grumosa con fondi monocromi e riducendo ad una estrema essenzialità il dettato della rappresentazione (gli alberi sono ridotti a scheletrici impianti di tronchi dal colore artificioso, da mettere in contrasto, per creare dissonanza, con l'ambiente urbano in cui vivono). In seguito vengono sostituiti da figure femminili ridotte a reperti archeologici: busti, spesso privi di arti, in situazioni di abbandono, con colori psichicamente enfatizzati. Talvolta, ripresi da una visuale particolare, assomigliano a paesaggi brulli".

L'artista, dopo un primo periodo dedicato all'assestamento tecnico del suo linguaggio, ha sempre riservato una certa attenzione alle vicende umane, alla figura, ai rapporti che l'uomo intesse con gli ambiti che lo circondano e con i quali intreccia relazioni. Fondamentale il rapporto con la natura che è andato progressivamente approfondendosi e prendendo forme diverse in accordo con i vari aspetti che il pittore ha inteso approfondire e comunicare.

Giuseppe Cattagni, che vive e lavora a Gallarate, è nato ad Arona da famiglia originaria di Cremona, città con la quale mantiene tuttora intensi contatti. Dedito al disegno sin da giovane, per naturale tendenza, si avvicina alla pittura da autodidatta, ma ha frequentato anche un corso biennale di formazione grafica. Il suo apprendistato avviene tramite le sollecitazioni che derivano dal confronto con altri artisti di consolidata tecnica e buona personalità espressiva. Dagli inizi degli anni Settanta conferisce continuità alla su attività creativa maturando, attraverso diversi cicli, una singolare e sempre più compiuta identità espressiva.

Giuseppe Cattagni opera da molti anni nel silenzio della campagna lombarda, realizzando una pittura riflessiva e dai toni caldi. Il motivo dominante della sua arte è il senso naturale, sviluppato in tematiche figurativo-paesaggistiche con particolare attenzione tecnica e cromatica. Dopo oltre vent'anni di esperienze artistiche nell'ambito dell'espressionismo materico esistenziale, l'artista sconfina a volte nel surreale, proponendo rappresentazioni altamente evocative.

Condividi o salva tra i preferiti

Tipologia
News
Categoria di News
Percorsi di navigazione
Mi Interessa