L'8 marzo prima iniziativa collaterale alla mostra "Donna è sport"

Versione stampabileVersione PDF

La prima delle iniziative collaterali alla Mostra "Donna è sport", allestita al Centro culturale S. Maria della Pietà di piazza Giovanni XXIII, si terrà venerdi 8 marzo, Festa della donna. Alle 11, nell'aula magna dell'Istituto Tecnico "E. Beltrami" di via Palestro, si svolgerà l'incontro fra gli studenti e Lucia Bacchi, ritenuta la più grande atleta del volley femminile di Cremona e provincia.

Questa grande interprete del volley, dopo aver giocato in varie squadre in serie A2 e A1, è ritornata nella sua Casalmaggiore, dove è nata, diventando subito la leader della Pomì in A2 con buone e non nascoste prospettive di promozione nella massima serie. Denominata la "leonessa del volley" per la grande carica agonistica che trasmette a tutto l'ambiente, nel suo palmares ha una Champions League conquistata nel 2009 con la Foppapedretti Bergamo in una memorabile finale con la Dinamo Mosca e, lo scorso anno, la conquista del titolo italiano di beach volley conquistato a Pescara in coppia con Giulia Momoli. In questa occasione è stata premiata come miglior giocatrice.

Gli sportivi cremonesi la ricordano ancora per i tre anni passati nelle fila della Magik Pack Esperia (2005 -2008) dove ha lasciato ricordi incancellabili, soprattutto da parte di coloro che amano il volley per i valori e le emozioni che riesce a trasmettere. Sarà indubbiamente interessante per i giovani studenti del Beltrami poter dialogare con una atleta di così grande spessore nel giorno dedicato alla donna.

Infine, sempre l'l'8 marzo, tutte le donne che visiteranno la mostra "Donna è sport" potranno acquistare il catalogo al prezzo scontato del 50%, cioè al costo di 5 euro anzichè 10.

La mostra, che documenta per la prima volta l'evoluzione del movimento sportivo femminile italiano, è stata realizzata dalla Fondazione Candido Cannavò per lo Sport, costituita nel novembre 2009 per onorare nel modo migliore la memoria dello storico direttore della Gazzetta dello Sport. Un omaggio dunque tutto al femminile, quel settore in ambito sportivo che non è mai stato messo abbastanza in luce, mentre i riflettori erano sempre puntati sugli uomini: discriminazione contro la quale il giornalista Candido Cannavò ha condotto una delle sue tante battaglie.

Un'esposizione corposa, costituita da 70 pannelli che testimoniano, attraverso 700 immagini e brevi testi/didascalie esplicative, l'evoluzione dello sport femminile dall'Unità d'Italia ai nostri giorni. I pannelli sono suddivisi in tre sezioni distinte: le origini dello sport femminile e le pioniere del movimento; le 16 protagoniste dello sport femminile italiano dal 1861 ad oggi: da Ondina Valla a Federica Pellegrini; discipline sportive. Accanto ai pannelli riccamente illustrati e documentati, la mostra si completa con pannelli "a parete" che documentano l'evoluzione dello sport femminile attraverso la letteratura, con i contributi di grandi scrittori che si sono occupati di donne e sport e di autrici che hanno scritto di sport.

Altri pannelli illustrano la cronologia essenziale del primo secolo (1861 - 1961) di evoluzione della realtà femminile italiana, mescolando le tappe più significative dello sviluppo sociale del nostro paese e quelle relative alle principali tappe dello sviluppo del movimento sportivo femminile italiano.

Accanto alla rassegna nazionale, per iniziativa del curatore Pierluigi Torresani e del Panathlon di Cremona, viene raccontata la storia e l'evoluzione dello sport al femminile nel nostro territorio. Partendo da una ricerca pubblicazione di Maurizio Mondoni "Lo sport cremonese è anche donna", con la collaborazione dello stesso autore, è stato fatto un lavoro di aggiornamento fino al 2012, ricavandone in 8 pannelli una sorta di memoria storica per le giovani generazioni ed una rilettura critica interessante, con i passaggi sportivi più incisivi per il territorio cremonese.

Sede e orari

Centro Culturale S. Maria della Pietà - piazza Giovanni XXIII - Cremona

Ingresso libero, fino al 31 marzo 2013, con i seguenti orari: dal martedì alla domenica 10,00 - 13,00 e 15,00 - 18,00 (lunedì chiuso)

Per informazioni

Comune di Cremona - Segreteria Città Europea dello Sport 2013, tel. 0372 407064 - 335 6468976 info@cremonasport2013.it - www.cremonasport2013.it

Per facilitare una migliore fruibilità dell'allestimento gruppi e scuole possono usufruire della disponibilità dei soci del Panathlon di Cremona che si sono resi disponibili a fare da guida, illustrando le varie sezioni della mostra. Per questo è consigliabile prenotare a tempo debito la visita telefonando ai numeri sopra indicati.

Condividi o salva tra i preferiti

Tipologia
News
Categoria di News
Percorsi di navigazione
Mi Interessa