Nuovo volto per il giardino di piazza IV Novembre

Versione stampabileVersione PDF

Presentato questa mattina a Palazzo Comunale il progetto di riqualificazione del giardino posto al centro di piazza IV Novembre. L'intervento sarà realizzato dalla società Esselunga S.p.A. di Limito di Pioltello (MI) alla quale il Comune di Cremona ha affidato la sistemazione e la manutenzione di questa area verde fino al 31 dicembre 2014. Si tratta di un contratto di sponsorizzazione, eventualmente rinnovabile, che non prevede oneri a carico dell'Amministrazione.

Sono intervenuti il sindaco Oreste Perri, l'assessore ai Lavori Pubblici Francesco Zanibelli, il consigliere comunale Giorgio Everet, Giuliano Arcari, responsabile Aree Verdi Esselunga S.p.A., e Alessandro Ferrari dell'Ufficio Comunicazione di Esselunga S.p.A.

Tempo addietro, come ha spiegato l'assessore Francesco Zanibelli, il Comune ha deciso di avviare una sperimentazione per ricercare soggetti privati e pubblici che intendessero proporsi come sponsor per la riqualificazione e la manutenzione di alcune aree verdi comunali. Un progetto finalizzato al contenimento delle risorse pubbliche e, nel contempo, alla valorizzazione di zone che erano state in passato trascurate. E' stato così emanato un apposito avviso e le proposte sono iniziate ad arrivare. Tra queste si è per il momento definitivamente concretizzata quella di Esselunga S.p.A., altre, una decina, sono in fase di perfezionamento e riguardano non solo la sistemazione di rotatorie poste all'ingresso della città, ma anche di aree riservate al passeggio dei cani. Un impegno dunque a largo respiro. Tra i progetti in via di definizione, ha aggiunto l'assessore, vi è quello relativo alla rotatoria di via Postumia dove lo sponsor è LGH.

Dopo la valutazione da parte di un'apposita commissione, la direzione del Settore Lavori Pubblici e Programmazione Opere ha proceduto all'affidamento dei lavori. Per tutto il periodo di validità del contratto il Comune ha concesso l'autorizzazione ad esporre nell'area un cartello informativo, secondo le indicazioni e le specifiche tecniche prescritte dall'Amministrazione, dove comparirà la dicitura "Questa area verde è curata da..." con il logo dello sponsor.

I dettagli dell'intervento sono stati illustrati Giuliano Arcari, responsabile Aree Verdi di Esselunga, azienda che ha un'esperienza specifica in questo campo: sono infatti una cinquantina le zone verdi riqualificate dalla grande catena di supermercati. La riqualificazione, ha spiegato Arcari, mira a preservare quanto di valido è già presente, sacrificando gli elementi il cui ciclo di vita è ormai alla fine o che sono di ostacolo alla corretta crescita e ad un sano sviluppo delle piante di cui si prevede il mantenimento.

In sintesi l'intervento prevede il taglio al piede e l'estirpazione delle ceppaie delle quattro piante di pino presenti all'interno delle aiuole centrali. Le piante si presentano stentate, con fusto inclinato e rarefazione della chioma, che è concentrata solo nella parte apicale. Sarà valorizzato il filare perimetrale di celtis australis (detti comunemente spaccasassi o bagolari) con il taglio al piede e fresatura della ceppaia dei due esemplari di Liriodendron tulipifera, estranei alla omogeneità del filare. Il sesto di impianto eccessivamente ridotto suggerisce inoltre di diradare i celtis, in modo che le piante rimanenti possano svilupparsi in maniera adeguata e regolare, senza comportare periodici interventi di drastica potatura.

Saranno tolte sette piante e nove saranno mantenute. Se la conformazione del sottofondo e l'integrità delle radici lo consentono, due delle piante da togliere saranno reintegrate. In questo modo le piante da eliminare sarebbero cinque: non si esclude la possibilità di recuperare anche queste, per fortuna abbastanza giovani, che verranno collocate altrove.

E' prevista l'eliminazione delle siepi di ligustro nelle aiuole interne, mentre sarà manteunta quella esterna come virtuale divisione tra l'area a verde e la viabilità circostante. Tale intervento ha lo scopo di dare maggiore respiro al giardino, consentendo anche una migliore visibilità dall'esterno, riducendo così eventuali problemi di sicurezza ed ordine pubblico. Laddove sono presenti i vuoti lungo la siepe esterna, verranno colmati con nuove piante, così da precludre il passaggio delle persone, permettendo solo il transito nelle zone in sicurezza (strisce pedonali). Sarà mantenuta la striscia di calcestre sul lato nord per l'ingresso dei mezzi di manutenzione.

L'intervento prevede inoltre l'integrazione di arbusti: sono infatti previste la fornitura e la posa di tre agrifogli nel centro delle tre aiuole lobate, con la creazione di macchie di rose in corrispondenza delle panchine e dell'aiuola con il monumento al Carabiniere. L'area sarà dotata di impianto irriguo a servizio delle piante e del prato delle aiuole interne. Particolare attenzione verrà riservata agli arbusti esistenti con la potatura delle piante di melograno e lagerstroemia per eliminare i rami secchi, diradare le sovrapposizioni, tagliare i rami troppo vigorosi e quelli stentati, bilanciando opportunamente la chioma.

I lavori saranno completati entro la fine di marzo, così da potere iniziare poi la manutenzione con l'avvicinarsi dei mesi più caldi. Tutti gli oneri sono naturalmente a carico di Esselunga che investirà, complessivamente, 25.000,00 euro.

Il consigliere Giorgio Everet, che collabora con l'assessore Francesco Zanibelli sul versante del verde pubblico e che sta seguendo da vicino tutti gli aspetti riguardanti la manutenzione, oltre all'affidamento ai privati di alcune aree da riqualificare, ha preannunciato che per la prossima estate si sta pensando ad una forma di animazione di alcune aree verdi cittadine frequentate soprattutto da persone anziane. Grazie alla collaborazione del complesso bandistico "Città di Cremona" e al sostegno di alcuni sponsor, si terranno intrattenimenti musicali con l'esecuzione di brani degli anni Sessanta.

Il sindaco Oreste Perri, ringraziando Esselunga per la disponibilità dimostrata e ricordando che questa azienda dà lavoro a ben centro cremonesi, ha espresso l'auspicio che altri seguano questo esempio. Da una parte la città tutta ne guaderebbe migliorando il proprio aspetto, dall'altra i privati potrebbero dimostrare in maniera tangibile che si sono spesi per il bene della nostra comunità. Grazie alla rivitalizzazione del giardino centrale che, con il passare del tempo, si presenta ora trascurato, Piazza IV Novembre, ha aggiunto il sindaco, si trasformerà da mero luogo di passaggio in un posto dove potersi soffermare e intrattenere, riacquistando il prestigio che spetta ad una delle antiche porte di Cremona. "Desideriamo una città ordinata, con zone curate come è giusto che sia per un contesto urbano che va preservato e valorizzato con i suoi monumenti e i suoi scorci: in questo l'alleanza tra pubblico e privato è una risorsa importante, anzi, fondamentale", ha concluso Perri.

Lo stato attuale del giardino (PDF - 464 KB)

L'aspetto futuro del giardino (PDF - 359 KB)

Condividi o salva tra i preferiti

Tipologia
News
Categoria di News
Percorsi di navigazione
Mi Interessa