Variante Generale al PGT Contributo specialistico di Confcooperative Cremona

Versione stampabileVersione PDF

Grazie ad un apposito accordo di collaborazione, Confederazione Cooperative Italiana (Confcooperative) di Cremona fornirà un contributo specialistico alla redazione della Variante generale al Piano di Governo del Territorio sul tema di possibili contributi partecipativi ed azioni attivabili in termini solidaristici e sussidiari di partenariato pubblico - privato. Il documento è stato siglato dal vice sindaco ed assessore all'Urbanistica Carlo Malvezzi e da Renzo Nolli, presidente di Confcooperative Cremona.

"Nel novembre 2010 - dichiara al riguardo il vice sindaco Carlo Malvezzi - l'Amministrazione Comunale ha dato avvio al procedimento per la redazione della Variante generale al Piano di Governo del Territorio (P.G.T.). Le linee programmatiche adottate vedono da una parte l'analisi della realtà esistente come elemento in grado di fare emergere elementi rivelatori di aspetti sottovalutati, soggetti sociali ed individuali non considerati, bisogni sconosciuti individuando così politiche e strategie per il raggiungimento degli obiettivi prefissati, dall'altra la partecipazione come condizione ineludibile di coinvolgimento dei soggetti sociali, economici ed individuali nei processi di trasformazione qualitativa della città sin dalle prime fasi di analisi ed elaborazione dei contenuti dello strumento stesso.
Nell'ottica dichiarata di realizzare un programma di sviluppo partecipato il Comune ritiene utile ed opportuno acquisire i contributi di soggetti portatori di competenze dettagliate in particolari ambiti specialistici."

Per la concreta attuazione di questo è stata individuata la Confederazione Cooperative Italiana (Confcooperative) di Cremona quale soggetto portatore delle conoscenze necessarie per sviluppare il tema di possibili contributi partecipativi ed azioni attivabili in termini solidaristici e sussidiari di partenariato pubblico - privato all'interno del Quadro di analisi del Documento di Piano.

"La Confcooperative - dichiara il presidente Renzo Nolli - ha tra i suoi principi ispiratori l'impegno verso la collettività. Le cooperative lavorano per lo sviluppo sostenibile della collettività di cui sono espressione ed alla quale appartengono attraverso politiche approvate dai loro soci. Confcooperative di Cremona ha espresso il proprio interessamento e la disponibilità ad una fattiva collaborazione in un'ottica di condivisione delle informazioni, delle conoscenze maturate e delle necessità rilevate nella propria attività."

Il tema di possibili contributi partecipativi ed azioni attivabili in termini solidaristici e sussidiari di partenariato pubblico - privato dovrà essere sviluppato su tre principali tematiche: storia, ricognizione, prospettive. Possono essere individuate le seguenti modalità e tempi di collaborazione: individuazione puntuale del contributo attraverso l'indicazione del titolo da assegnare al capitolo inserito nella relazione di analisi del Piano di Governo del Territorio; stesura di un primo sommario - riassunto (abstract) dei contenuti che si intendono sviluppare al fine di verificarne la pertinenza con le linee espresse dall'Amministrazione, entro e non oltre la fine dell'aprile 2011; stesura definitiva del contributo (testo, statistiche, cartografie, ecc.) entro e non oltre la fine del settembre 2011.

Il contributo specialistico predisposto dalla Confcooperative di Cremona rientra all'interno del percorso conoscitivo-partecipativo alla costruzione della Variante generale del P.G.T. ed è pertanto prestato a titolo esclusivamente gratuito da parte della stessa.

Tipologia
News
Categoria di News
Percorsi di navigazione
Mi Interessa