In funzione lo sportello "integrato" per gli stranieri

Versione stampabileVersione PDF

La collaborazione tra Amministrazione Comunale, Caritas Diocesana e Cooperativa Sociale Servizi per l'Accoglienza comincia a dare i primi risultati. Infatti, a seguito della convenzione stipulata tra i tre enti per l'attuazione del progetto denominato "Dall'ascolto al primo intervento", si è passati ora ad un ampliamento che prevede, tra gli altri servizi, uno sportello integrato. L'intervento, che è finalizzato a potenziare la capacità di risposta e servizio agli immigrati, si colloca nell'ambito di una più ampia progettualità che vede funzionare un'importante collaborazione negli ambiti dell'ascolto, del pronto intervento, dell'accoglienza abitativa, dell'alfabetizzazione di adulti e bambini.

Il nuovo servizio nasce dalla consapevolezza che la presenza di immigrati sul territorio cittadino richiede di sviluppare quell'organizzazione che da anni viene svolta a favore di queste persone. La necessità di assicurare un adeguato supporto nei momenti di maggiore difficoltà richiede infatti di ampliare le capacità di risposta nel lavoro di consulenza attraverso attività che forniscano adeguate informazioni sulle procedure di ingresso e rilascio del permesso di soggiorno, aiuto ed orientamento per facilitare l'accesso ai servizi esistenti in città, contatti con gli uffici pubblici per acquisire opportune indicazioni, interventi di segretariato, socio educativi e di integrazione sociale.

Il nuovo servizio nasce da due esperienze ormai consolidate. Il Comune infatti gestisce dal 1994 uno sportello immigrati che per alcuni anni ha costituito il principale riferimento a Cremona per i cittadini extracomunitari residenti nel capoluogo o in provincia. La Caritas Diocesana ha promosso dal canto suo il Centro di Ascolto, gestito in collaborazione con la Cooperativa Servizi per l'Accoglienza, fin dal 1988, offrendo in questo modo aiuto anche agli immigrati, per i quali è stato poi attivato un apposito servizio.

Le sedi operative saranno due. Il Comune mantiene attivo ed operante il proprio sportello del Servizio Stranieri, garantendo un funzionamento a disposizione per il pubblico nei giorni di mercoledì e giovedì, rispettivamente dalle 12 alle 15 e dalle 8,30 alle 12. La Caritas Diocesana, in collaborazione con la Cooperativa Servizi per l'Accoglienza gestisce al n. 36 di viale Trento e Trieste il servizio Immigrazione che assicura un servizio di ricevimento aperto dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12. Presso gli uffici della Caritas di via Stenico è inoltre attivo anche un servizio per informazioni di carattere umanitario e legale agli stranieri, aperto il giovedì dalle 15 alle 17.

Il funzionamento del servizio è impostato per mantenere attivo e funzionante un metodo di lavoro che sia caratterizzato da un'ampia collaborazione. A questo scopo, a partire dal mese di gennaio, sono stati promossi incontri formativi e informativi tra gli operatori interessati, così da sviluppare e approfondire la più ampia conoscenza delle normative utili a questo lavoro. Questo ha comportato una vasta conoscenza finalizzata a rendere omogenee le capacità di intervento e risposta. Dal mese di giugno quindi, pur lavorando in sedi separate, gli operatori del Comune e della Caritas stanno mantenendo attivo il collegamento per verificare l'andamento del lavoro e le problematiche annesse.

Le due sedi operative saranno utilizzate in modo alternato per effettuare incontri di confronto e comunicazione. Presso ogni servizio sarà attivo un fascicolo/utente. Se un caso è stato avviato in uno dei due servizi, sarà preso in carico (compresi gli eventuali familiari) dal servizio che ha accolto la richiesta. In caso di necessità, grazie alla collaborazione in atto, ci potrà essere anche il passaggio di singole situazioni. Le due sedi dello sportello integrato, previa verifica delle necessità e alternando l'apertura, garantiranno il servizio agli immigrati anche nei mesi estivi.

Tipologia
News
Categoria di News
Percorsi di navigazione
Mi Interessa