La Corte dei Conti ha archiviato gli esposti sull'appalto per il termocombustore

Versione stampabileVersione PDF

La Procura Regionale per la Lombardia della Corte dei Conti ha disposto l'archiviazione della vertenza sorta a seguito degli esposti fatti il 10 giugno 1997 e il 12 giugno 1997 contro l'appalto concorso per il termocombustore presentati da Bruno Poli.

In particolare la Procura, vista la documentazione acquisita, ha ritenuto che le ipotesi di danno erariale contenute negli esposti non hanno trovato riscontro da un esame degli atti, ha inoltre ritenuto che non ci sia danno erariale per il mancato pagamento delle penali previste per il ritardato compimento dell'opera da parte della ditta aggiudicatrice, in quanto i ritardi stessi non sono ad essa imputabili.

Infine, dato atto che anche le ipotesi di danno relative alla gestione stessa verrà affidata all'AEM S.p.A. e non alla società appaltatrice e attesa la carenza degli elementi necessari per l'esercizio dell'azienda di responsabilità amministrativa contabile, la Procura ha disposto l'archiviazione.

Tipologia
News
Categoria di News
Percorsi di navigazione
Mi Interessa