Centro per le Famiglie: è tempo di bilanci

Versione stampabileVersione PDF

E' già possibile un primo bilancio dell'attività del Centro per le Famiglie, progetto co-finanziato dalla Regione Lombardia che si propone come luogo d'incontro per le famiglie della città di Cremona e che ha sede in via dell'Annona 3, all'interno di una palazzina organizzata ed arredata come se fosse una vera e propria casa. Con il Centro per le Famiglie si vuole promuovere un lavoro che susciti contesti più ricchi, caratterizzati dalla mutualità e dallo scambio tra famiglie, tra singoli e tra generazioni. Per sua natura il Centro per le Famiglie non si configura come "un nuovo ufficio", ma si tratta invece di una forma strategica di supporto, incentivazione e potenziamento delle politiche a favore delle famiglie.

Anche quest'anno è stata riproposta, all'interno delle attività denominate tempi di cura del Centro per le Famiglie, l'esperienza dei laboratori con due scuole elementari: la "Don Primo Mazzolari" e la "Manzoni". Il laboratorio destinato al primo ciclo della scuola elementare è stato realizzato con lo scopo di contribuire alla promozione del "piacere di leggere" attraverso la creazione di lettere animate che daranno vita a diverse narrazioni da inserire in un libro tattile. Per quanto riguarda invece il laboratorio destinato al secondo ciclo, l'attenzione è stata rivolta alla creazione-realizzazione di elaborati per giungere alla stesura di un diario-giornale comune. La partecipazione a questa iniziativa è stata numerosa. Per quanto riguarda il laboratorio svolto con la scuola "Don Primo Mazzolari" hanno partecipato 12 bambini al laboratorio del I ciclo e 13 a quello del II ciclo, alla scuola "Manzoni" 24 i bambini coinvolti per il laboratorio del I ciclo. I laboratori hanno offerto la possibilità alle famiglie di incontrarsi liberamente durante l'attività svolta dai figli e di partecipare alle feste finali svoltesi nelle scuole.

Nell'ambito della formazione dei genitori, al primo incontro con il prof. Charmet hanno partecipato tra le 100 e le 120 persone. Nel percorso riservato ai genitori di bambini di età compresa tra i 6 e gli 11 anni si sono formati due gruppi per sviluppare una metodologia attiva. Il quarto incontro di valutazione condotto dai coordinatori del Centro per le Famiglie ha fatto emergere oltre al gradimento per il percorso stesso, anche la richiesta di formare un gruppo di discussione che permettesse ai genitori di continuare la riflessione. E' stata inoltre avanzata una proposta di quattro incontri per giugno condotti dalla coordinatrice del Centro (15 iscrizioni, presenza di 8/10 genitori ad ogni incontro). Al percorso riservato ai bambini di età compresa tra gli 0 ed i 5 anni hanno partecipato circa 50 genitori. 22 di essi hanno chiesto di proseguire l'iniziativa con gruppi di discussione.

Il Centro per le famiglie ha avviato alcune attività. Si ricordano, tra queste, i contatti con alcune mamme della scuola Capra Plasio per l'organizzazione di un servizio informativo alle famiglie, l'avvio della collaborazione con gruppi, associazioni familiari e cooperative sociali per la presentazione di tre progetti in riferimento alla legge regionale n.23/99, la definizione di alcuni progetti da sviluppare nell'autunno 2000 (consolidamento dei percorsi di formazione ai genitori e gruppi di discussione, promozione di un servizio di consulenza educativa, progetto informa famiglia), la collaborazione con il Servizio Affidi per possibili progetti comuni, l'avvio del rapporto con l'Ufficio Stranieri per progetti comuni, infine l'iniziale costituzione di una piccola biblioteca specializzata da offrire ai genitori che frequentano il Centro.

Tipologia
News
Categoria di News
Percorsi di navigazione
Mi Interessa