Gestione dei servizi socio assistenziali

Versione stampabileVersione PDF

E' stato sottoscritto il protocollo d'intesa tra l'Amministrazione Comunale, la Confederazione e la Lega delle Cooperative, i sindacati CGIL, CISL e UIL della provincia di Cremona per la gestione dei servizi socio assistenziali. Con questo atto il Comune riconosce la cooperazione sociale quale collaboratore privilegiato nella costruzione della rete dei servizi e si impegna a formulare impostazioni progettuali nell'affidamento dei propri servizi con particolare attenzione ai seguenti ambiti:

  • autonomia dell'impresa sociale proponendo conduzioni di forniture di servizio caratterizzate dalla globalità del progetto;
  • competenza, formazione e aggiornamento professionale degli operatori;
  • qualità dei coordinamenti interni e competenza delle supervisioni;
  • modalità di funzionamento qualificate da importanti riferimenti progettuali e dalla specificità delle soluzioni organizzative;
  • orientamento all'utente caratterizzando i servizi con ampie flessibilità per sostenere le diversità nelle forme del bisogno;
  • capacità di monitorare il gradimento degli utenti.

Dal canto loro la Confederazione e la Lega delle Cooperative si impegnano a promuovere modalità analoghe nell'ambito dei servizi e degli interventi promossi autonomamente dai propri associati. Le parti riconoscono, quale componente fondamentale nei servizi alla persona, la promozione di condizioni economiche adeguate a base d'asta e adatte ad assicurare un equo trattamento a favore degli operatori delle cooperative sociali, garantendo il rispetto dei contratti di lavoro. Sarà inoltre costituita tra i contraenti una commissione che diventi un tavolo di confronto progettuale e di concertazione degli interventi. L'intesa sottoscritta nasce dalla considerazione che le più recenti legislazioni nazionale e regionale, a proposito del riordino dei servizi sociali e del decentramento amministrativo, sollecitano la definizione di concreti programmi di intervento improntati sulla qualità delle erogazioni, in un quadro istituzionale che rafforzi il ruolo dell'ente locale ed apra spazi di programmazione partecipata orientata a concrete forme di sussidiarietà. Il principio della libera scelta deve essere garantito nell'ambito di una rete territoriale di servizi progettata per sostenere le famiglie e realizzare pari opportunità sociali per tutti i cittadini.

L'Amministrazione Comunale, la Confederazione delle Cooperative, la Lega delle Cooperative ed i sindacati CGIL, CISL e UIL si riconoscono in questi principi ed intendono concorrere alla definizione di questo sistema dei servizi, improntando la qualità delle gestioni su analoghi parametri di funzionamento. Da qui l'intesa che è stata sottoscritta.

Tipologia
News
Categoria di News
Percorsi di navigazione
Mi Interessa