Custodie ipertecnologiche

Versione stampabileVersione PDF

Da oggi i violini della Collezione "Gli Archi di Palazzo Comunale" potranno viaggiare in custodie ipertecnologiche e di grande eleganza grazie all generosità del maestro artigiano Dimitri Musafia

fotografia di una custodiaUn dono davvero utile e nello stesso tempo prezioso quello che questa mattina Dimitri Musafia, uno dei più quotati costruttori di custodie per violini al mondo, ha fatto al Comune di Cremona. Infatti Dimitri Musafia, artigiano cremonese d'adozione, accompagnato dalla moglie, ha consegnato al Sindaco Gian Carlo Corada e al Maestro Andrea Mosconi una parte della sua produzione per consentire il trasporto degli strumenti della Collezione "Gli Archi di Palazzo Comunale". Il dono consiste in tre custodie di alto artigianato: una custodia per violino singolo, una per due violini e una che consente di trasportare contemporaneamente addirittura due violini ed una viola, così per soddisfare una gamma molto ampia di esigenze. Quest'ultima verrà utilizzata per la prima volta a marzo quando i tre Amati della Collezione Civica verranno portati a Maastricht in occasione delle manifestazioni per il 500° anniversario della nascita di Andrea Amati.

Le tre custodie si distinguono per il grado di sicurezza che sono in grado di offrire ai preziosi strumenti da ospitare. La struttura, in lamellare a sei strati ottenuta con un innovativo sistema per via delle giunture di nuovo tipo, è in grado di sopportare urti e pressioni anche superiori a 100 Kg. Gli strumenti vengono disposti in vani sagomati su misura realizzati in materiale ad alto assorbimento d'urto, con un sistema di sospensione per ridurre le sollecitazioni. La battuta della chiusura è del tipo a cassaforte per una maggiore rigidità e protezione dagli agenti atmosferici, mentre l'interno dispone di umidificatori e strumenti di controllo del microclima. Tropicalizzazione (cioè un isolamento termico in grado di ridurre le escursioni termiche sino al 60%), serrature a doppia azione, rinforzi d'acciaio zincato e paratie interne strutturali completano le dotazioni di sicurezza.

Dimitri Musafia ha comunque saputo abbinare sicurezza ed eleganza. Infatti, se esternamente le custodie presentano un aspetto quasi anonimo per non attirare attenzione, internamente sono un esercizio di stile tipico della creatività made in Italy. I rivestimenti sono in pelle dello stesso tipo utilizzato da Roberta di Camerino, pregiato velluto di seta prodotto da una fabbrica in attività da oltre 110 anni, e un raso prezioso appositamente realizzato che riproduce gli intarsi dello Stradivari 1677 "Sunrise". Con le finiture in radica di ciliegio lucidata a mano e le parti metalliche laminate in oro per prevenire la corrosione, questo custodie sono davvero il massimo dello stile italiano, il "sogno di ogni musicista" come le ha definite qualche esperto che ha avuto modo di vederle in anteprima.

Il valore delle custodie, tra progettazione e realizzazione, ammonta a circa € 8.000,00, e la donazione comprende anche un servizio di "tagliandi" periodici di ispezione per essere sicuri che il patrimonio liutaio di Cremona possa effettuare i suoi viaggi di rappresentanza in assoluta tranquillità anche in futuro.

Dimitri Musafia, donando questo prezioso set al Comune, ha detto che lo scopo di questa sua decisione è duplice: cremonese solo di adozione, desidera ridare alla comunità parte dei frutti del proprio lavoro resi possibili proprio grazie all'accoglienza ricevuta dalla città di Cremona, ma anche dall'ispirazione che egli ha potuto trarre dalla cinquecentenaria tradizione liutaria locale. Dimitri Musafia infatti crede fermamente che vivere in una comunità significhi non solo prendere ciò che viene offerto dalle istituzioni, ma anche, una volta soddisfatti i bisogni primari, contribuire al bene comune, nella misura consentita dalle proprie possibilità.

Particolarmente soddisfatto di questo dono il Maestro Andrea Mosconi, che ha suggerito all'amico Musafia la versione della custodia in grado di contenere ben tre strumenti e che ha suggerito utili indicazioni per la realizzazione di questo straordinario set, finalmente adeguato, sia dal punto di vista tecnico che da quello estetico, a contenere gli strumenti della Collezione Civica di cui è l'attento e vigile Conservatore. Altrettanta soddisfazione l'ha espressa infine il Sindaco Gian Carlo Corada che, ringraziando calorosamente Dimitri Musafia, gli ha rivolto sentite parole di apprezzamento non solo per la preziosità del dono di ottima e squisita fattura, ma anche per il gesto generoso e disinteressato davvero raro di cui si è reso protagonista senza clamori e con una passione artigianale davvero encomiabile.

Tipologia
News
Categoria di News
Percorsi di navigazione
Mi Interessa