Misure a favore delle attività commerciali e altre disposizioni straordinarie, da attuare in occasione della manifestazione "Giovedì d'EstArte 2012"

Versione stampabileVersione PDF

P.G. n. 30393/12

IL SINDACO

  • Premesso che l'Associazione "Le Botteghe del centro" ha chiesto di organizzare la manifestazione "Giovedì d'EstArte", che costituisce l'evoluzione dell'ormai consolidata iniziativa de "I Giovedì d'estate", che da diversi anni anima il centro storico di Cremona nei giovedì sera dei mesi di giugno e luglio e che, quest'anno, in vista dell'imminente inaugurazione del Museo del violino, si caratterizzerà per la presenza di una serie di eventi a tema artistico, che coinvolgeranno pittori, scultori, fotografi ed artisti di ogni genere;
  • visto il ricco e variegato programma dell'iniziativa, che comporta anche il diretto coinvolgimento degli operatori commerciali in attività di animazione e di supporto, da tenersi la sera, in vari locali e aree pubbliche del centro storico cittadino;
  • visto il verbale della conferenza di servizi tenutati il 28 maggio 2012, con i rappresentanti degli uffici comunali competenti per i diversi aspetti, nel corso della quale sono state esaminate congiuntamente, alla presenza anche degli organizzatori, le varie esigenze logistiche ed operative, connesse allo svolgimento della manifestazione e le richieste avanzate dai promotori;
  • atteso che la Giunta Comunale, nella seduta del 6 giugno 2012, presa visione della relazione dell'ufficio eventi, ha concesso, fra l'altro, all'Associazione "Le Botteghe del Centro" congiuntamente con Confcommercio di Cremona, l'uso gratuito di tutte le aree interessate dalla manifestazione;
  • ritenuta l'opportunità di concedere, per l'occasione, particolari deroghe ed agevolazioni agli esercizi commerciali, nonché di disporre altre misure straordinarie, di carattere generale, per assicurare il regolare svolgimento della manifestazione e potenziarne i possibili effetti positivi per la Città, fatti salvi gli ulteriori provvedimenti di competenza dei responsabili dei servizi;
  • attesa inoltre l'esigenza di assicurare una regia unitaria per le molteplici ed eterogenee iniziative in programma, che ne garantisca il coordinamento, evitando interferenze reciproche e con altre eventuali attività concomitanti;
  • dato atto che con il d.l. 6.12.2011 n. 201, convertito nelle legge n. 214 del 2011, è stata disposta, con effetto dal 1° gennaio 2012, la totale liberalizzazione degli orari degli esercizi commerciali;
  • ritenuto, altresì, di favorire il massimo snellimento dei connessi procedimenti autorizzatori, evitando inutili adempimenti burocratici a carico degli operatori, visto anche il numero di attività coinvolte;
  • richiamato il vigente regolamento comunale per la disciplina e la valorizzazione dell'arte da strada nel territorio comunale;
  • Vista l'ordinanza sindacale n. 25524 del 7 maggio 2008;
  • Visto il D.Lgs 18 agosto 2000 n. 267;

ORDINA

in occasione e a supporto della manifestazione "Giovedì d'EstArte", che si svolgerà nel centro storico
di Cremona nei giovedì compresi fra il 21 giugno e il 26 luglio 2012, sono disposte le seguenti misure
straordinarie, nell'interesse delle attività commerciali, nonché allo scopo di assicurare il regolare
svolgimento delle programmate iniziative:

A) INDIVIDUAZIONE, CONCESSIONE ED UTILIZZO DELLE AREE PUBBLICHE INTERESSATE
DALLA MANIFESTAZIONE

Le aree pubbliche interessate dalla manifestazione sono individuate nel relativo atto di concessione del
suolo, che specificherà esattamente, per ciascuna di esse, la porzione o il tratto stradale che ne forma
oggetto.

In mancanza di tale specificazione, s'intende concessa l'intera Via, Piazza o Giardino indicata nel
provvedimento.

Le aree così individuate costituiscono, nel loro complesso, il luogo di svolgimento della
manifestazione.

Salvo che sia diversamente previsto, nella concessione rientra tutta la sede stradale, comprensiva di
carreggiata e di marciapiedi.

La concessione è rilasciata, a titolo gratuito, all'Associazione "Le Botteghe del centro" aderente a
Confcommercio Cremona, quale organizzatrice dell'evento, a cui è riconosciuta la piena ed esclusiva
disponibilità delle aree, nei giorni e negli orari indicati nel provvedimento.

Pertanto, le medesime aree o porzioni delle stesse non potranno essere concesse
contemporaneamente ad altri soggetti, senza il consenso dell'Associazione concessionaria, che
valuterà, a tal fine, la compatibilità con il programma e con le esigenze della manifestazione.

L'Associazione concessionaria potrà ospitare sulle aree interessate dalla manifestazione altri soggetti
per l'effettuazione di iniziative previste dal programma e/o consentire che tali aree vengano utilizzate
da operatori commerciali che aderiscono all'iniziativa, per effettuarvi attività di vendita, di
somministrazione di alimenti e bevande e/o di intrattenimento, o altre pertinenti iniziative, fatti salvi i
necessari requisiti e titoli abilitativi.

Agli effetti della presente ordinanza, si considerano come aderenti all'iniziativa, gli operatori ammessi
a parteciparvi dall'Associazione organizzatrice, cui è fatto obbligo di applicare le medesime condizioni
di ammissione a tutte le imprese operanti nell'ambito territoriale interessato, che ne facciano richiesta.

I plateatici già in essere, che insistono nell'area di svolgimento della manifestazione e che non si
renda necessario sospendere per motivi di pubblico interesse, potranno continuare ad essere fruiti dai
rispettivi concessionari, limitatamente all'uso per il quale sono stati concessi.

Sono invece subordinati al preventivo consenso dell'Associazione organizzatrice, se ed in quanti
ricadenti nell'area di svolgimento della manifestazione:

  • la concessione di plateatici nuovi o l'ampliamento di quelli esistenti;
  • l'utilizzo di plateatici per attività diverse da quelle per le quali sono stati concessi;
  • le richieste di effettuazione di trattenimenti musicali od altre iniziative all'aperto presentate da altri soggetti.

L'Associazione organizzatrice risponde nei confronti dell'Amministrazione comunale del corretto
utilizzo delle aree in concessione, e dell'adempimento delle condizioni contenute nell'atto di
concessione.

Eventuali richieste di concessione di suolo pubblico, al di fuori dell'area della manifestazione, saranno
valutate autonomamente dall'Amministrazione, avendo riguardo all'esigenza di garantire sia la
compatibilità con "I giovedì d'EstArte", sia la sostenibilità dell'impegno delle forze dell'ordine,
incaricate dei controlli, a tutela della sicurezza pubblica e della legalità; a tali richieste, se accolte, si
applicheranno comunque le normali tariffe del COSAP.

B) TRATTENIMENTI MUSICALI

La definizione del programma dei trattenimenti all'aperto compete all'Associazione "Le Botteghe del
centro", aderente a Confcommercio Cremona, a cui è rilasciata la relativa autorizzazione.

A tal fine dovrà essere presentata un'unica domanda, corredata di programma e di relazione illustrativa
su strutture e allestimenti temporanei; l'autorizzazione potrà contenere prescrizioni particolari, in
relazione alle esigenze e caratteristiche dei luoghi.

Eventuali impianti elettrici temporanei installati per l'occasione dovranno essere realizzati in conformità
alle disposizioni del D.M. 37/2008.

Dovranno essere assolti gli adempimenti SIAE.

Non dovranno essere installate strutture supplementari per gli spettatori, salvo preventiva
autorizzazione del Comune.

C) ARTISTI DA STRADA

Tutti gli artisti da strada che intendono operare, singolarmente o in gruppo, nell'ambito della
manifestazione, devono ottenere il preventivo consenso dell'organizzazione dell'evento.

Durante l'esercizio dell'attività dovranno essere osservate le seguenti prescrizioni, e le ulteriori altre
che il Servizio responsabile ritenga di imporre nei singoli casi:

  • non si occupino gli spazi antistanti gli ingressi delle abitazioni, degli esercizi commerciali e delle attività in esercizio in quegli orari;
  • per i suonatori ambulanti, le attività di mangiafuoco e simili, la sosta non superi, in ogni postazione, la durata massima di sessanta minuti consecutivi;
  • per le attività che prevedono l'impiego di fiamme libere (mangiafuoco) l'esibizione avvenga a debita distanza dal pubblico.

Resta comunque salva la facoltà del Comune di disporre direttamente, a mezzo del personale della
Polizia Locale, la sospensione dell'esibizione e/o lo spostamento dell'artista in altra area, qualora da
tale attività derivi disagio per i cittadini o per altre situazioni di incompatibilità.

D) LIMITI DI RUMOROSITÀ

Stante l'occasionalità ed eccezionalità dell'evento, il Settore Ecologia rilascerà, previa acquisizione di
formale richiesta, sussistendone tutti i presupposti, specifica deroga ai limiti di rumorosità per i
trattenimenti musicali, valutando anche l'opportunità di definire livelli massimi differenziati, in relazione
alle esigenze di particolari zone o situazioni ambientali.

Il volume della musica dovrà comunque essere adeguatamente ridotto a partire dalle ore 23.

L'uso, in ambito residenziale, dei generatori di corrente da parte degli operatori su area pubblica è
consentito soltanto se adeguatamente insonorizzati e conformi alle norme vigenti.

E) ORARI

L'Associazione organizzatrice si adopererà per assicurare, anche attraverso una capillare informazione
presso i singoli operatori, che il maggior numero possibile di esercizi commerciali rimanga aperto fino
alle ore 23,30 così da tener fede al messaggio contenuto nella pubblicità dell'evento, nell'interesse dei
consumatori e visitatori.

Per i trattenimenti musicali previsti nell'ambito della manifestazione ed inclusi nel relativo programma,
è stabilito, in via generale, il seguente orario:

dalle ore 22 alle ore 24, con possibilità di iniziare le eventuali prove degli strumenti, non prima delle ore
20,00.

Tutti i trattenimenti dovranno rigorosamente cessare entro le ore 24,00.

L'orario di svolgimento dei mercatini all'aperto è così fissato: dalle ore 18 alle ore 23,30 con l'obbligo di
sgomberare l'area entro e non oltre le ore 24,00 al fine di consentire agli addetti alla segnaletica di
ripristinare tempestivamente la corretta circolazione stradale.

Le altre manifestazioni inizieranno alle ore 21,30 fino alle ore 24,00.

Gli artisti di strada osserveranno, in deroga allo specifico regolamento comunale, gli orari previsti per i
trattenimenti musicali dal presente provvedimento.

Resta inteso che tutte le deroghe in materia di orari sono concesse, fatto salvo il rispetto dei contratti di
lavoro dei dipendenti delle imprese commerciali.

F) CONCESSIONE DI PLATEATICI STRAORDINARI AGLI ESERCIZI COMMERCIALI

La possibilità di fruire di plateatici straordinari è subordinata alla preventiva verifica in ordine alla
congruità degli spazi disponibili ed alle esigenze di transito e sicurezza. A tal fine l'Associazione
organizzatrice dovrà presentare preventivamente al Comune il relativo elenco con l'indicazione
dell'ubicazione e della superficie da occupare.

G) VENDITA ALL'ESTERNO DEI NEGOZI

La vendita su aree esterne agli esercizi commerciali è consentita nel rispetto delle seguenti condizioni:

  • siano poste in vendita esclusivamente le merci del settore di appartenenza dell'esercizio:
  • sia assicurato il rispetto delle norme generali in materia di commercio, con particolare riguardo a quelle poste a tutela dei consumatori (pubblicità dei prezzi, strumenti di pesatura, etichettatura, vendita a peso netto, ecc) e a quelle di natura fiscale;
  • per l'eventuale vendita di prodotti alimentari, sia assicurato il rispetto delle norme igienico-sanitarie;
  • non siano posti in vendita i prodotti che la legge vieta espressamente di commercializzare od esporre su suolo pubblico (armi, esplosivi, oggetti preziosi).

H) MERCATINI E ATTIVITA' DI COMMERCIO SU AREA PUBBLICA

La scelta degli operatori da ammettere è demandata all'Associazione organizzatrice, alla quale devono
pertanto essere inoltrate le relative richieste.

L'elenco di tali operatori, con l'indicazione delle generalità e degli estremi delle rispettive autorizzazioni
deve essere presentato al Comune, prima dell'inizio dell'attività.

La vendita nell'ambito di mostre e mercatini è consentita nel rispetto della vigente normativa di settore
e delle disposizioni igienico-sanitarie.

Gli operatori alimentaristi potranno vendere esclusivamente prodotti preconfezionati, con divieto
tassativo di preparazione di prodotti di gastronomia.

La vendita di bevande, nell'ambito di eventuali postazioni occasionali su area pubblica, è consentita
esclusivamente con utilizzo di bicchieri a perdere, o previo travaso dalla bottiglia, con tassativo divieto
di consegnare contenitori in vetro.

E' inoltre vietata la somministrazione, nell'ambito dei mercatini, di bevande superalcoliche.
Sono a carico degli operatori le spese per eventuali allacciamenti idrici o elettrici e per i relativi
consumi.

Ulteriori limitazioni o divieti potranno essere contenuti nel provvedimento autorizzativo, che verrà
rilasciato all'Associazione organizzatrice.

Al di fuori dei banchi facenti parte dei mercatini autorizzati, non è consentita la presenza di altri
espositori/operatori.

DA' ATTO

che, collateralmente, i responsabili dei servizi disporranno, con propri provvedimenti, la
pedonalizzazione delle aree interessate alla manifestazione ed ogni altra misura viabilistica che risulti
necessaria a garantirne il sicuro svolgimento (divieto di transito e sosta, sospensione transito mezzi
pubblici, ecc.).

La presente ordinanza sarà affissa all'Albo Pretorio del Comune, fino al termine della manifestazione.
Copia della presente verrà inoltre inviata alle Forze dell'Ordine, alla Polizia Municipale, a Km SpA., ai
taxisti e a tutti gli altri servizi comunali interessati alla sua attuazione.

Cremona, 20 giugno 2012

IL SINDACO

(Prof. Oreste Perri)

Nota

Il presente documento è affisso all'Albo Pretorio del Comune di Cremona dal 21 giugno al 26 luglio 2012

Condividi o salva tra i preferiti

Tipologia
Ordinanze
Categoria di Ordinanze
Percorsi di navigazione
Mi Interessa