Ordinanza del Sindaco concernente il divieto di vendita e somministrazione di bevande alcoliche durante il salone dello studente

Versione stampabileVersione PDF

Al Sig. Este Filippo

Bar-Ristorante "L'agricoltore"

P.za Zelioli Lanzini

(interno Palazzina Uffici Fiera)

26100 CREMONA

Alla ditta FUSION sas di Signori Tiziana

Piazza Roma, 2

Bar-Ristorante interno al Padiglione 1

26100 CREMONA

Alla ditta LUPA snc

di Denti Luciano e Nadia

Bar-Ristorante interno al Padiglione 2

c/o Sig. Denti Luciano

Via Biazzi 1B

26100 CREMONA

Al Sig.Luigi Sudati

Via Marzano, 14

26100 CREMONA

e, p.c.

  • Al Sig. Prefetto
  • Al Sig. Questore
  • Al Comando Provinciale Carabinieri
  • Al Comando Provinciale Carabinieri per la Sanità NAS
  • Alla Guardia di finanza
  • All'ASL Provinciale
  • All'ASCOM Provinciale
  • Alla Confesercenti Provinciale
  • A Cremonafiere Spa
  • Al Comando Polizia Municipale
  • Al Direttore del Settore Comunicazione,
    Politiche Educative e Giovanili
  • Allo Sportello Unico per le Imprese
  • All'Agenzia Servizi Informagiovani

SEDE

IL SINDACO

  • Atteso che, dal 26 al 28 novembre c.a.., si svolgerà, presso il quartiere fieristico di Ca' de Somenzi l'edizione 2009 del "Salone dello studente", una manifestazione organizzata dall'Agenzia Servizi Informagiovani del Comune di Cremona, e dedicata ai settori della formazione, del lavoro e del tempo libero, che ha fatto registrare, negli anni, un crescente successo, che si è esteso anche al di fuori dei confini comunali, tanto da richiamare un consistente afflusso di giovani, stimato, oggi, in alcune migliaia di unità;
  • rilevato che l'iniziativa si rivolge, prioritariamente, agli studenti della scuola secondaria di primo e secondo grado, ed è, quindi, destinata ad un pubblico giovane, costituito in massima parte da ragazzi in età minorile;
  • vista la nota in data 09.09.2009, con la quale la responsabile della predetta Agenzia comunale evidenzia l'opportunità di vietare anche quest'anno, così come già attuato in occasione delle precedenti edizioni, la vendita di alcolici agli esercizi pubblici interni al quartiere fieristico di Ca' de' Somenzi, e presso i singoli stands, durante lo svolgimento della manifestazione;
  • rilevato che, durante il prossimo Salone dello Studente, saranno operanti, nel quartiere fieristico di Ca' de' Somenzi, tre posti di ristoro fissi (collocati, rispettivamente, nella palazzina uffici, nel padiglione 1 e nel padiglione 2) e un automarket mobile, che verrà installato per l'occasione;
  • ritenuto, quindi, di interdire temporaneamente ai predetti esercizi, per la sola durata della manifestazione, la vendita e la somministrazione di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione, come misura precauzionale, a tutela dei numerosi minori, di cui è prevista la partecipazione, estendendo lo stesso divieto anche a tutti gli standisti presenti per l'occasione;
  • visto l'art.10, comma 2 della Legge Regionale 24.12.2003 n. 30;
  • visto l'art. 50 del D.Lgs 18.8.2000 n. 267;

ORDINA

per i motivi esplicitati in premessa, dal 26 al 28 novembre 2009, durante lo svolgimento del "Salone dello Studente", è fatto tassativo divieto di vendere e somministrare, all'interno del quartiere fieristico di Ca' de' Somenzi, (sia presso gli esercizi operanti nei padiglioni coperti, che in tutti gli stands e nelle aree all'aperto comprese nell'ambito della manifestazione) bevande alcoliche di qualsiasi gradazione, birra compresa.

Tale divieto si applica sia ai tre esercizi pubblici in sede fissa ubicati, rispettivamente, nella palazzina uffici (Ristorante "L'agricoltore"), nel padiglione fieristico 1 (Ditta Fusion sas), e nel padiglione fieristico 2 (ditta MARI snc) sia all'operatore alimentarista su area pubblica, presente per l'occasione, con il proprio automarket attrezzato (ditta Sudati), sia, infine, a tutti gli standisti.

E' altresì vietato a chiunque immettere bevande alcoliche nell'area della manifestazione, con l'intento di distribuirle ai presenti, anche se a titolo gratuito.

Ai contravventori sarà applicata una sanzione amministrativa pecuniaria di importo fino ad € 500,00, con l'osservanza delle procedure di cui alla legge 24.11.1981 n. 689 e successive modifiche.

E' fatto obbligo a chiunque spetti di rispettare e far rispettare la presente ordinanza, alla quale dovrà essere assicurata la massima pubblicità.

Cremona, 28 settembre 2009

IL SINDACO

(Prof. Oreste Perri)

Nota: il presente documento è affisso all'Albo Pretorio del Comune di Cremona dal 18 novembre al 29 novembre 2009

Tipologia
Ordinanze
Categoria di Ordinanze
Percorsi di navigazione
Mi Interessa