Revoca dell'ordinanza di sospensione dell'utilizzo dello Stadio Zini

Versione stampabileVersione PDF

Oggetto: revoca dell'ordinanza di sospensione temporanea, a causa dell'emergenza neve, dell'utilizzo dello Stadio comunale "Zini".

IL SINDACO

  • Richiamata la propria ordinanza n 5052 del 27 gennaio u.s. con la quale, a causa dell'eccezionale nevicata, che ha gravemente compromesso l'accessibilità allo Stadio comunale "Zini", rendendo materialmente impraticabili sia le principali strade di collegamento, che i parcheggi circostanti dedicati, oltre agli spalti per gli spettatori, disponeva la sospensione temporanea dell'utilizzo dell'impianto, in via cautelativa, a decorrere dal giorno di sabato 28 gennaio u.s, e fino a che non fosse stato accertato l'avvenuto ripristino delle necessarie condizioni di agibilità e di sicurezza;
  • atteso che il Comune di Cremona sta costantemente monitorando l'evoluzione della situazione, connessa all'emergenza neve, attraverso un apposito gruppo di lavoro, promosso dall'Assessore alla Protezione Civile e coordinato dal Direttore Generale del Comune, al quale partecipano i responsabili di tutti i servizi comunali interessati;
  • visto che, nel corso dell'ultima riunione del predetto gruppo di lavoro, che si è tenuta alle ore 8.30 di lunedì 30 gennaio 2006, il responsabile della Protezione Civile comunale e il Comandante della Polizia Municipale hanno riferito che, grazie al massiccio impiego di personale e di mezzi, che hanno operato senza sosta, anche nelle ore notturne, per rimuovere l'alto strato di neve depositatosi al suolo, la situazione relativa alla viabilità di accesso allo stadio si è ormai normalizzata, anche per quanto concerne i parcheggi a servizio dei tifosi, per cui, allo stato attuale, le condizioni di transitabilità nella zona risultano completamente ripristinate;
  • rilevato che, nel frattempo, la precipitazione nevosa è cessata, mentre si registra un sensibile miglioramento delle condizioni meteorologiche, che consentirà di superare rapidamente anche gli altri disagi, che la copiosa nevicata ha provocato in Città;
  • constatato, quindi, che non sussistono più i motivi per mantenere in vigore la soprarrichiamata ordinanza contingibile e urgente, che, pertanto, deve essere revocata;

REVOCA

con effetto immediato, la propria ordinanza n 5052 del 27 gennaio 2006, essendo stato accertato l'avvenuto ripristino delle condizioni di agibilità e sicurezza, necessarie a garantire l'accessibilità dello Stadio comunale.

Resta fermo l'obbligo dell'U.S. Cremonese S.p.A., che ha in concessione l'uso dell'impianto, di provvedere alla completa e tempestiva pulizia, nonché alla messa in pristino, sia del campo di gioco che dei settori riservati agli spettatori, e di ogni altra zona dello stadio, prima del prossimo incontro di calcio.

Il Direttore del Settore Legislazione commerciale provvederà a comunicare il presente provvedimento al Prefetto, al Questore, all'U.S. Cremonese, alla Lega Nazionale Professionisti, alla Polizia Municipale, e agli altri settori comunali interessati. Copia dello stesso sarà anche affissa all'Albo Pretorio del Comune.

E' fatto obbligo a chiunque spetti di rispettarlo e di farlo rispettare.

Cremona, 30 gennaio 2006

IL SINDACO

(Prof. Gian Carlo Corada)

Nota

Il presente documento è affisso all'Albo Pretorio del Comune di Cremona dal 30 gennaio al 13 febbraio 2006

Tipologia
Ordinanze
Categoria di Ordinanze
Percorsi di navigazione
Mi Interessa