Imposta di soggiorno

Versione stampabileVersione PDF

Dal 31/01/2022 (compreso) entra in vigore anche a Cremona l'imposta di soggiorno (1).

TARIFFE
anno 2022: € 1,50 in tutte le strutture ricettive - € 1,00 solo per ostelli e campeggio.
anno 2023: € 2,00 in tutte le strutture ricettive - € 1,50 solo per ostelli e campeggio.

CHI LA DEVE PAGARE
Deve pagare l'imposta di soggiorno ogni persona non residente nel Comune di Cremona che soggiorna presso una struttura ricettiva o abitazione destinata alla locazione breve (affitto breve) nel territorio del comune di Cremona.
L'imposta si calcola per i primi 3 giorni consecutivi presso ciascuna struttura in cui l'ospite viene accolto.
Se il soggiorno presso la stessa struttura si prolunga oltre, l'imposta viene comunque applicata solo fino al terzo giorno.
Se l'ospite si sposta in diverse strutture ricettive/abitazioni in locazione breve, pagherà ogni volta l'imposta fino al terzo giorno.

NON pagano l'imposta di soggiorno:

  1. i bambini e i ragazzi minori di 14 anni, accompagnati da almeno una persona che paga l’imposta di soggiorno;
  2. i malati che devono effettuare visite mediche, cure o terapie in day hospital presso strutture sanitarie del territorio comunale e chi assiste i pazienti ricoverati (1 accompagnatore per paziente, 2 in caso di minori di 14 anni);
  3. i dipendenti pubblici, inclusi il personale della polizia di Stato e delle altre forze armate che svolgono attività di ordine e sicurezza pubblica (2). L’esenzione vale solo se il soggiorno è pagato direttamente dall’Ente di appartenenza;
  4. gli autisti di pullman, gli accompagnatori turistici, le guide turistiche legalmente riconosciute che accompagnano gruppi organizzati di almeno 25 partecipanti;
  5. le persone con disabilità riconosciuta da (apposita) certificazione (ex L.104/1992) e il loro accompagnatore (uno);
  6. il Comune di Cremona nel caso di spese per soggiorni sostenuti a suo carico;
  7. i volontari coordinati dalla Protezione Civile provinciale, regionale e nazionale e gli appartenenti ad associazioni di volontariato, in caso di calamità e grandi eventi individuati dalla pubblica autorità;
  8. chi viene alloggiato nelle strutture ricettive con provvedimenti delle autorità pubbliche e/o dello stesso Comune di Cremona per far fronte a situazioni di emergenza sociale o di natura straordinaria.

COMPITI DEL GESTORE DELLA STRUTTURA RICETTIVA E DELL'ABITAZIONE DESTINATA ALLA LOCAZIONE BREVE
Il gestore è responsabile del pagamento, con diritto di rivalsa sugli ospiti (soggetti passivi), e degli obblighi tributari nei confronti del Comune di Cremona. Egli è tenuto a:

  1. informare i propri ospiti dell’applicazione, dell'entità e delle esenzioni dell’imposta di soggiorno tramite comunicazioni nei luoghi comuni della struttura, materiale informativo, pubblicazione sul proprio sito internet.
  2. accreditarsi sulla piattaforma online di ICA per la gestione dell'imposta di soggiorno;
  3. riscuotere l’imposta, emettere ricevuta numerata e nominativa da consegnare all'ospite e conservare in copia;
  4. acquisire dagli ospiti le dichiarazioni e le documentazioni che danno diritto all’esenzione dall’imposta di soggiorno;
  5. conservare per 5 anni le ricevute, le fatture, le documentazioni e le dichiarazioni rilasciate dagli ospiti per l’esenzione dall’imposta, per rendere possibili i controlli da parte del Comune.

Inoltre ogni anno entro il 15 aprile, il 15 luglio, il 15 ottobre e il 15 gennaio dell'anno successivo, il gestore deve

  • comunicare al Comune tramite la piattaforma online di ICA (Riskweb):
    • il numero degli ospiti e dei soggiorni presso la propria struttura nel corso del trimestre precedente
    • la cifra complessiva dell'imposta di soggiorno da pagare per il trimestre precedente, con l’indicazione degli eventuali soggiorni esenti e il tipo di esenzione applicata.

La comunicazione deve essere inoltrata anche se la struttura non ha avuto ospiti nel corso del trimestre.
Per assistenza tecnica ed help desk relativi alla piattaforma Riskweb, è possibile rivolgersi a ICA (vedi i contatti più avanti in questa scheda, sezione "ti potrebbe interessare anche".

  • pagare al Comune l'imposta di soggiorno dovuta per il trimestre precedente. Il pagamento deve avvenire esclusivamente con bollettino pagoPA (per informazioni: www.pagopa.gov.it).

Se l'ospite rifiuta di pagare l'imposta di soggiorno, è obbligato a versarla il gestore, in qualità di responsabile del pagamento.

Nel caso non vengano rispettate le scadenze di pagamento indicate, si applica la sanzione per 'omesso versamento'.

Infine il gestore, entro il 30 giugno dell'anno successivo, deve presentare in via telematica, mediante la piattaforma online di ICA (Riskweb), la dichiarazione cumulativa relativa all'anno precedente.

Il gestore utilizza la piattaforma gestionale Ross1000; per assistenza tecnica ed help desk relativi alla piattaforma Ross1000, è possibile rivolgersi a GIES Srl (vedi i contatti nella colonna di destra di questa pagina, sezione "link esterni").


(1) istituita dal Comune di Cremona con deliberazione consiliare n°56 del 16 dicembre 2019, così come previsto dal decreto legislativo 14 febbraio 2011, n. 23

(2) come definita nel Testo Unico di Pubblica Sicurezza R.D. 18 giugno 1931, n. 773 e al successivo Regolamento di esecuzione di cui al R.D. 6 maggio 1940, n.635

Destinatari del servizio: 

  • Turisti
  • Gestori delle strutture ricettive