Cremona per Dante - conferenze, incontri e letture per celebrare i 700 anni dalla morte

Versione stampabileVersione PDF

Eventi dal 25 marzo al 31 dicembre 2021

Gli eventi e le iniziative sono elencati per organizzatore.

Consulta anche il calendario appuntamenti e manifestazioni.

Indice:


Società Storica Cremonese - Progetto Dante a Cremona

Nell’anno in cui ricorrono i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri anche la Società Storica Cremonese intende ricordare il sommo poeta con un progetto che si inserisca negli ambiti di intervento della medesima Società, quali sono la ricerca storica e la valorizzazione della storia e dell’arte cremonese.
Il Progetto “Dante a Cremona” vuole essere il mezzo per raccontare una parte della storia di Cremona, contemporanea a Dante e particolarmente significativa per la città; alcuni studiosi di diverse discipline racconteranno ‘virtualmente’ a Dante tali momenti.
Il racconto si snoda dalla descrizione dei monumenti di piazza Duomo (non ancora nella versione a cui noi siamo abituati ad ammirarli), quindi la storia di alcune chiese anch’esse diverse o poco note al pubblico.
Accanto ai monumenti si accennerà anche ad alcuni aspetti artistici del periodo.
A Dante verranno raccontate le vicende di alcune famiglie cremonesi, tra cui quella di Buoso da Dovara.
Dante a Cremona viene anche informato della situazione culturale cittadina, verrà poi sottolineata la presenza di un frammento della Commedia tra i Fragmenta Codicum dell’Archivio di Stato.
Cremona tra Due e Trecento è una città con fiorenti mercanti e anche di questo si parlerà a Dante e si presenteranno i primi marchi di fabbrica e le matricole dei mercanti.
A Dante si racconterà anche dell’importanza del fiume Po, dei traffici che vi si svolgevano e delle merci che si trasportavano sulle sue acque.

Gli appuntamenti:

  • 16 aprile
    Un incontro a latere viene dedicato alle due famose battaglie che contrassegnarono l'epoca e le vicende personali di Dante.
    Danilo Celestino (studioso di storia militare)
    Dante, cronista di guerra e soldato
    leggi la scheda (file PDF)
    vai alla pagina dell'evento
     
  • 22 aprile
    Fulvio Stumpo (storico - Società Storica Cremonese)
    ... Alla marina dove il Po discende” (Inf. V): barche, merci e uomini. Il fiume e i cremonesi al tempo di Dante
    leggi la scheda (file PDF)
    vai alla pagina dell'evento
     
  • 29 aprile
    Beatrice del Bo (Università degli Studi di Milano)
    Come quel fiume” (Inf. XVI): la ricchezza "di una città operosa" al tempo di Dante
    leggi la scheda (file PDF)
    vai alla pagina dell'evento
     
  • 6 maggio
    Elisa Chittò (storica - Società Storica Cremonese)
    “El piange qui l’argento de’ Franceschi”: la figura di Buoso da Dovara
    leggi la scheda (file PDF)
    vai alla pagina dell'evento
     
  • 13 maggio
    Mariella Morandi (Storica dell'arte - Società Storica Cremonese)
    Cremona al tempo di Dante: il volto della città
    leggi la scheda (file PDF)
    vai alla pagina dell'evento
     
  • 20 maggio
    Sonia Tassini (storica dell'arte - Società Storica Cremonese)
    La Platea Maior ed il nostro “Bel San Giovanni”
    leggi la scheda (file PDF)
    vai alla pagina dell'evento
     
  • 27 maggio
    Valerio Guazzoni (storico dell'arte - Società Storica Cremonese)
    Ora ha Giotto il grido". Le arti a Cremona e in Lombardia nell’età di Dante
    leggi la scheda (file PDF)
    vai alla pagina dell'evento
     
  • 3 giugno
    Emilio Giazzi (Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia)
    La bella scola” (Inf IV, 94): istruzione, libri e cultura a Cremona nell'età di Dante
    leggi la scheda (file PDF)
    vai alla pagina dell'evento

Scarica il pieghevole con il programma di Dante a Cremona - Società Storica Cremonese (PDF 361 KB)


A.D.A.F.A.

La proposta dell’Adafa si può articolare in due sottosezioni: la prima riguarda una serie di interventi collegati alle celebrazioni per il settecentesimo anniversario della morte di Dante; la seconda è relativa ad una mostra di arti visive.

Prima sottosezione
L’Adafa mette in cantiere alcuni incontri che riguardano aspetti dell’opera dantesca, sia in versi che in prosa. Si fa presente che le date proposte sono indicative sia perché collegate all’andamento della situazione pandemica sia perché non devono sovrapporsi alle iniziative delle altre associazioni.

  • Dante e il De vulgari eloquentia: quale lingua per l’Italia? – relatore: V. Montuori (con riferimenti a Cremona)
    seconda metà di maggio 2021
     
  • Modelli danteschi in Eugenio Montale (in occasione del quarantesimo anniversario della morte di Montale) – relatore : V. Montuori
    settembre 2021
     
  • La “Monarchia” di Dante – relatore : S. Prandini
    autunno 2021 (ottobre - dicembre)
     
  • L’influsso dell’Islam e della cultura araba nella Commedia – relatrice: G. Rosato
    autunno 2021 (ottobre - dicembre)

Alcuni di tali interventi potranno essere inseriti nel progetto di pubblicazione della prossima strenna ADAFA 2021 in modo da contribuire al piano di celebrazioni dantesche.

Seconda sottosezione

  • Mostra d’arte contemporanea
    Sei giovani artisti sono stati chiamati a realizzare una mostra che unisca Cremona e il Po attraverso l’immaginario della Commedia.
    Il Po verrà visto e immaginato come l’Acheronte e la figura di Caronte verrà interpretata dal “Barcaiolo”, quale figura storica addetta al trasporto di merci e persone, ma anche di assassini e rifugiati.
    Così, gli artisti, guidati dal coordinamento di Emanuele Tira, condurranno il visitatore attraverso un percorso che analizzerà temi contemporanei legati all’ ecologia e all’antropologia con rimandi mitologici e storici legati alla città di Cremona.
    Una nuova pratica di racconto per l’Adafa che si apre al contemporaneo e alla sua analisi attraverso il bagaglio culturale dei giovani.

Avvertenza: trattandosi di mostra d’arte, l’iniziativa si deve svolgere necessariamente in presenza e, quindi, la sua collocazione temporale dipende dalla possibilità di una piena fruizione da parte del pubblico.


Museo del Cambonino

  • 13 giugno 2021
    Museo Cambonino ore 18.00
    Microfestival di Teatro e Musica Antica del Museo Cambonino - Monteverdi il giovane
    direzione artistica Roberto Cascio
    Cappella Musicale di San Giacomo Maggiore, Bologna
    Il programma intona i madrigali di Marco Antonio Ingegneri, tratti dal secondo libro di genere a 4 voci del 1579 e le intonazioni di una delle primissime opere di Monteverdi: le Canzonette a tre voci stampate nel 1584. Alla sobrietà, all'eleganza e alla raffinatezza dei madrigali del maestro quasi cinquantenne si contrappongono la vivacità espressiva e la garbata licenziosità del giovane allievo diciassettenne. Forse casualmente, molti testi paiono richiamarsi l'un l'altro: Lidia e Narciso, cigni e pulci, rose e donne. Così, sebbene solo attraverso le note, il maestro e allievo, il madrigale e la canzonetta, combattono.

  • 10 agosto 2021 - Museo Cambonino ore 21.00
    Microfestival di Teatro e Musica Antica del Museo Cambonino
    direzione artistica Roberto Cascio

    • Concerto
      Vergine Madre, figlia del tuo figlio
      Dante in Paradiso al cospetto della Regina del Cielo
      Cappella Musicale di San Giacomo Maggiore, Bologna

      a seguire...

    • Conversazione e osservazione della volta celeste
      L’amore che move il sole l’altre stelle
      Astronomia dantesca
      Gruppo Astrofili Cremonesi


Associazione ex alunni del Liceo”Manin”

in collaborazione con delegazione cremonese AICC - Associazione Italiana di Cultura Classica (accreditata presso il MIUR come Ente erogatore di corsi di formazione e aggiornamento)

  • venerdì 24 settembre 2021, ore 17.00
    Renata PATRIA (Presidente Associazione ex alunni del Liceo-ginnasio “D. Manin” e della delegazione cremonese AICC-Associazione Italiana di Cultura Classica):
    Fatti non foste a viver come bruti / ma per seguir virtute e canoscenza” - Ulisse e la sete di conoscenza nel canto XXVI dell’Inferno - Grandezza e insufficienza dell’umanità ‘pagana’

  • Venerdì 8 ottobre 2021, ore 17.00
    Alessandro MARANESI (Università degli Studi di Pavia)
    La misteriosa storia di un manoscritto dantesco trovato, perduto e ritrovato

  • Venerdì 15 ottobre 2021, ore 17.00
    Mirko VOLPI (Università degli Studi di Pavia)
    Amor condusse noi…” - Lettura del canto V dell’Inferno

  • Venerdì 29 ottobre 2021, ore 17.00
    Emanuela ZANESI (già Direttore dell’Archivio di Stato di Cremona)
    La miniatura:“…quell’arte / ch’alluminar chiamata è in Parisi…” - Vita sociale ed economica dei secoli XII e XIII nelle fonti iconografiche

  • Venerdì 5 novembre 2021, ore 17.00
    Mario GNOCCHI (già docente Liceo Classico “D. Manin” di Cremona)
    Dante e la Bibbia: linguaggio, situazioni, episodi


Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia

  • Conferenza online: Dante 700
    lunedì 29 marzo 10:30-12:30

    Relatori:
    Fabio Molinari - dirigente UST di Cremona
    Greta Stanga - docente di lettere (istituto Galilei) DANTE 700
    Gabriele - baldassari Università degli studi di Milano
    Scarica la locandina dell'evento (file PDF)

    Moderano:
    Davide Sudati - segretario della CPS di Cremona
    Alberto Carlino - rappresentante della CPS di Cremona

  • Realizzazione di un video composto da diversi contributi degli studenti sul tema: “Cosa può dire Dante Alighieri ad uno studente del 2021?” “Dante ha in qualche modo a che fare con la mia vita?”


Biblioteca Statale di Cremona 

Mostra bibliografica: Dante, Lucifero e i Giganti - Bagliori danteschi negli scritti di Francesco Novati, Angelo Monteverdi e Rodolfo Benini
dal 21 maggio al 25 giugno 2021
con il patrocinio dal Comitato Nazionale istituito dal Mibact

Per le celebrazioni della nascita nel 2015 la Biblioteca Statale di Cremona aveva proposto in una mostra bibliografica le edizioni dantesche possedute: in questa occasione si è scelto di valorizzare sia la tradizione di studi filologici presente a Cremona dalla fine dell'Ottocento sia il patrimonio stesso della Biblioteca, che di alcuni rappresentanti di questa tradizione conserva le biblioteche e i manoscritti: in particolare, nei fondi di Francesco Novati (Cremona, 10 gennaio 1859 – Sanremo, 27 dicembre 1915) e del suo allievo Angelo Monteverdi (Cremona, 24 gennaio 1886 – Lavinio, 11 luglio 1967) sono presenti    più di cinquecento   tra pubblicazioni e,  testi originali inediti che costituiscono motivo di interesse per la storia della filologia dantesca.

Discorso diverso, ma sempre correlato dalla presenza nei fondi della Biblioteca Statale delle biblioteche (personali e di studio) è quello del critico letterario Alfredo Galletti (Cremona, 13 maggio 1872 – Milano, 1 marzo 1962, successore di Carducci e Pascoli all'università di Bologna) e soprattutto Rodolfo Benini (Cremona, 11 giugno 1862 – Roma, 12 febbraio 1956), economista, fondatore del metodo statistico che, valendosi della propria specializzazione nelle discipline statistiche, nonché degli studi di geografia e dì astronomia,  si addentrò nell'intrinseco mondo di quelli che possiamo senz'altro definire i misteri danteschi, addentrandosi anche nel mondo dantesco dell'allegoria e dei simboli, applicando un metodo matematico  (il titolo di questa mostra prende proprio spunto da una sua pubblicazione del 1936).

Il percorso della mostra sarà illustrato (letteralmente) dalle incisioni che Illemo Camelli (Cremona, 1876-1939,pittore, illustratore e primo curatore della Pinacoteca di Cremona) ha dedicato all'opera di Dante, in un progetto dichiarato (ma mai pubblicato) di illustrazione e dai disegni di Rodolfo Benini, che ricostruisce una vera e propria geografia dantesca.

La mostra farà da filo conduttore per una serie di incontri (4, uno alla settimana nel mese di esposizione) organizzati in collaborazione con il Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali di Cremona (Università di Pavia), che approfondiranno i temi legati agli studi filologici danteschi, con particolare attenzione alle figure di Novati e Monteverdi.
La mostra bibliografica sarà disponibile anche in formato virtuale sul canale YouTube della Biblioteca, così come i quattro incontri previsti: si terrà in ogni caso conto, nell'organizzazione, dell'evolversi della situazione sanitaria.

Elenco degli incontrI:


Società Dante Alighieri

  • Celebrazione di una Giornata, che veda al centro Dante, sul piano culturale, umano e formativo: celebrazione in un Palazzo della Amministrazione  e con il coinvolgimento di altre realtà della Città (Il nostro Dantedì).
  • Conferenza della Prof.ssa Monica Bisi, Università Cattolica, con il tema "Dante ...poeta dell'umano"
  • Conferenza del Preside Prof. Franco Verdi, con il tema "La Vergine...nella Commedia"
  • Tentativi di presentazione di volumi sul piano della originalità:  "L'Italia di Dante...viaggio nel paese della Commedia" di Giulio Ferroni (Ed. La nave di Teseo) e  "Papi che leggono Dante. La ricezione dantesca nel magistero pontificio...da Leone XIII a Benedetto XVI e a Papa Francesco
  • Analisi dell'Inferno e del Purgatorio di Franco Nembrini: Edizioni di lusso di Dante (Edizioni Mondadori)
  • Leggere Dante con Osip Mandel’štam - Incontro online (20 maggio 2021 - ore 17:00)

Faremo conoscere la rivista caratteristica della "Società Dante Alighieri", dal titolo inconfondibile "Pagine della Dante"... Come pure sarà nostro compito riferire di "fatti culturali" che celebrano, in modo nuovo, l'Anniversario di Dante.

Contenuti correlati: